Giovani Imprenditori incontrano Truhn

Nel pomeriggio l’incontro fra Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce con Patrick Truhn, console Usa per l’Italia meridionale

Presso la sede di Confindustria Lecce, nel pomeriggio i Giovani Imprenditori di Lecce incontreranno J. Patrick Truhn, il console generale Usa per l’Italia meridionale. L’incontro rientra nell’ambito della rassegna “I Giovani Imprenditori incontrano…” che già nel passato ha visto i Giovani Imprenditori confrontarsi con personalità di spicco del mondo della comunicazione, del giornalismo, del sistema bancario e giudiziario. Nell’incontro di questo pomeriggio interverranno Piero Montinari, presidente Confindustria Lecce; Vincenzo Portaccio, presidente Giovani Imprenditori Confindustria Lecce; Roberto Fatano, delegato all’Internazionalizzazione Confindustria Lecce; Dario Polignano, presidente Giovani Imprenditori Confindustria Puglia; J. Patrick Truhn, console generale Usa per l’Italia Meridionale. “Il sistema economico americano – afferma Vincenzo Portaccio – è stato travolto per primo dalla crisi internazionale e, forse, per primo, riuscirà a cogliere i segnali della ripresa. Come giovani, siamo portati a guardare con fiducia al nostro futuro e, pertanto, vogliamo cominciare ad immaginare quello che sarà il nostro domani. Il mercato americano è uno tra i più grandi. I turisti americani tornano ad apprezzare il territorio italiano, soprattutto meridionale, complice anche quello straordinario strumento di marketing territoriale che è stato il film Mine Vaganti. Ora, con questo incontro – conclude Portaccio – vogliamo offrire alle imprese italiane e, soprattutto, meridionali, l’opportunità di conoscere il mercato e le occasioni di business dell’economia USA” .

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!