“Gli immigrati voterebbero il PDL”. Ne è convinta Klodiana Cuka

Da un sondaggio promosso dal ministro Brambilla è emerso che se gli immigrati potessero votare sicuramente si esprimerebbero a favore del PDL. Klodiana Cuka è dello stesso parere

Da un sondaggio commissionato all'Istituto Piepoli dai promotori della libertà e presentato nei giorni scorsi da Michela Brambilla, ministro del Turismo, emerge che “Se gli attuali immigrati diventassero cittadini italiani acquisendo il diritto di voto, il 42% di loro si esprimerebbe a favore dell'attuale presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi“. È di parere concorde Klodiana Cuka, esperta in politiche migratorie e presidente dell’associazione Integra Onlus, che a tal proposito scrive quanto segue: “Sono 7 anni che viaggio e cammino per tutta Italia ribadendo quanto detto oggi dal Ministro Brambilla: se gli immigrati regolari potessero votare, voterebbero il PDL. Condivido pienamente questa affermazione, forse perché io conosco bene le sofferenze dei popoli governati dai Governi di sinistra. Mi riferisco ai paesi ex URSS, compresa la terra che mi ha dato i natali, l’Albania. Proprio per questa conoscenza già da tempo affermavo con certezza che da quell’area chiunque fosse arrivato in l’Italia, non avrebbe mai potuto votare un partito di sinistra. Anche questo è emerso chiaramente il 4 maggio alla Camera nel Convegno organizzato da On. Suad Sbai, in cui ho presentato la mia esperienza come candidata per le Regionali 2010 in Puglia. Oggi, in coscienza, ritengo che gli immigrati siano pronti a prendere in mano il proprio destino e a contribuire alla sviluppo del paese non solo in relazione al PIL, ma anche a partecipare attivamente alla vita politica del Paese dando il proprio apporto per trovare soluzioni che possano portare ad un rinnovamento proficuo in materia di immigrazione. Mi riferisco ai mediatori culturali, ancora non riconosciuti ufficialmente dalla legge italiana, mi riferisco alla creazione di un dipartimento d’immigrazione, in contatto stretto con l’organo centrale, il Ministero degli Interni, ma con una visione territoriale ad ampio spettro, non solo correlata alla sicurezza, come avviene oggi, bensì un dipartimento che possa coordinare e favorire una vera integrazione, inserendo il nuovo cittadino nel tessuto sociale esistente, evitando ghettizzazioni che inevitabilmente,come già successo, sfociano in violenze imprevedibili. Credo e mi auguro che, sia finalmente partito il treno del rinnovamento e che noi tutti, italiani e stranieri, si possa guardare al futuro con ottimismo e con la speranza di costruire insieme una società multiculturale e multietnica, insomma, una società migliore dove l’interesse del singolo sia in primis il bene per l’altro.” Klodiana Cuka presidente dell’associazione Integra Onlus

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!