Premio Barocco. Polemiche scottanti

Polemiche scottanti sul Premio Barocco. Vincenzo Barba, deputato PDL, muove pesanti critiche al patron Fernando Cartenì

Non sembrano volersi placare le polemiche attorno al Premio Barocco, una delle manifestazioni più attese dell'estate salentina, che quest’anno ritorna nella città di origine, Gallipoli. Dibattiti accesi a Gallipoli. Ad intervenire è anche Vincenzo Barba, deputato del PDL, che muove pesanti critiche in merito alla programmazione del convegno in materia di copyright e legalità previsto dagli organizzatori del Premio Barocco. Barba ritiene paradossale che ad organizzare un tema sulla legalità siano proprio Cartenì e il suo staff, rei, a suo avviso, di aver “bidonato” lavoratori ed operatori del settore che negli scorsi anni si sono dati da fare nell’organizzazione del prestigioso evento, emettendo assegni scoperti. “Ci attiveremo per programmare una tavola rotonda sull’enorme montagna di debiti creata dai promotori di questa manifestazione – promette Vincenzo Barba – che, nel corso degli anni, hanno bugiardato e bidonato lavoratori, maestranze, operatori del settore, sostenitori e garanti, i quali avanzano il giustamente dovuto e non riescono a recuperarlo per una serie di trucchi e trucchetti di gestione, dovuti alla furbizia ed alla scaltrezza del già patron Cartenì. Non è possibile che nessuno ascolti il grido d’allarme di chi ancora attende il compenso per le proprie prestazioni d’opera in occasione del Premio Barocco”

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!