Diso. Miracoli e fede raccontati in un libro

Oggi, a Palazzo della Cultura, la presentazione del libro “Il Miracolo e…I miracoli dei Santi di Diso” di don Adelino Martella

Sarà presentato oggi, alle ore 19.30, presso il Palazzo della Cultura di Poggiardo, il volume “Il Miracolo e…I Miracoli dei Santi di Diso” di don Adelino Martella. Alla presentazione parteciperanno, oltre all’autore, il sindaco di Poggiardo Silvio Astore, l’On. Giacinto Urso difensore emerito della Provincia di Lecce, il Prof. Roberto Muci, dirigente scolastico. La pubblicazione ricorda il 250° anniversario della costruzione della chiesa parrocchiale (1758-2008) e non si limita solo ad una riflessione religiosa sul miracolo, ma diventa storia per le testimonianze raccolte dai fedeli sui miracoli compiuti dai Santi Filippo e Giacomo, patroni della comunità. Un lavoro certosino quello svolto da don Adelino che oltre ad essere da 24 anni il parroco di Diso è anche uno dei principali artefici della riscoperta e della promozione della cultura locale. Storico e letterato Don Adelino ha raccolto nel testo la narrazione semplice e spontanea dei racconti dei devoti, che firmano in calce la descrizione del miracolo e anche le frasi dialettali, tradotte. È un’opera indubbiamente singolare che denota la ricchezza di culto e devozione della parrocchia. È inoltre la prima volta che simili testimonianze vengono messe per iscritto e raccolte in un volume, dove si rinnovano esperienze realmente vissute non solo da residenti di Diso, ma anche di altre comunità salentine e non. Tre le motivazioni che hanno spinto don Adelino a raccogliere 96 memorie, di cui 38 di Diso e le altre provenienti di altri centri: il desiderio di approfondire teologicamente i miracoli; la speranza di trovare una possibile spiegazione nella devozione e tramandare ai giovani la spiritualità. Il volume, Il Miracolo e…I miracoli dei Santi di Diso, edito da grafiche Giorgiani di Castiglione, si compone di 416 pagine ed è ricco di foto storiche in bianco e nero e a colori che ricordano i comitati festa, le immagini delle statue e gli arredi liturgici conservati in sagrestia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!