Lecce, arrestato spacciatore

Un 40enne di Lecce è finito in carcere per possesso di eroina

Custodiva in casa 30 grammi di eroina, per questo motivo è finito in carcere il 40enne leccese Antonio Martina. Lo hanno arrestato, nella tarda serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Investigativo che, nel corso del pomeriggio avevano monitorato l’andirivieni di alcuni tossicodipendenti dal suo appartamento. Uno di loro è stato sorpreso in possesso di circa 2,5 grammi di eroina, acquistata poco prima dal Martina, circostanza che ha indotto i militari a far scattare il blitz all’interno dell’abitazione del Martina. E’ così che i militari hanno fatto irruzione in casa e proceduto ad un’accurata perquisizione che ha permesso di rinvenire e sequestrare i 30 grammi di eroina, abilmente occultata all’interno di un astuccio custodito in camera da letto, ma anche un bilancino elettronico di precisione, due telefoni cellulari utilizzati per i contatti con i “clienti”, il materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi e circa 1500 euro ritenuto il profitto dell’attività di spaccio. L’arrestato è stato associato presso il carcere leccese di Borgo San Nicola con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre uno dei giovani consumatori è stato segnalato alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanza stupefacente.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!