Sinergia Salento alla Borsa del turismo di Napoli

A Napoli fino a domani 24 operatori salentini per promuovere le risorse turistico-culturali dei territori

di Daria Ricci “Sinergia”, parola di successo. Successo turistico-culturale per il Salento. “Sinergie consolidate e acquisite” come ha sottolineato Francesco Pacella, assessore al Marketing Territoriale e al Turismo della Provincia di Lecce, nella conferenza stampa di presentazione della presenza del Salento alla 14 edizione della “Borsa Mediterranea del Turismo”, a Napoli dal 26 a domani. Sinergie tra Provincia, Camera di Commercio di Lecce e Apt di Lecce. Ed ecco il Salento a quello che è divenuto ormai un classico appuntamento pre-estivo per la promozione delle risorse turistico-culturali dei territori. Un appuntamento che vede ogni anno la presenza di numerose realtà territoriali. “La partecipazione alla B.T.M. di Napoli rappresenta un’occasione estremamente favorevole per consolidare la presenza del Salento in un mercato sempre più interessato al nostro territorio” ha detto Pacella. Un’occasione per veicolare oltre le nostre bellezze anche le nostre realtà turistico-alberghiere, i nostri sapori e saperi, come ha sottolineato Stefania Mandurino, commissaria Apt di Lecce. Che ha parlato anche di un turismo “di vicinato”. Uno scambio turistico-culturale con le regioni, come la Campania, più vicine a noi. “I turisti campani costituiscono una percentuale crescente del turismo italiano nel Salento, con oltre il 14 per cento delle presenze. In un panorama che vede il turista sempre più attento alle peculiarità e alle specificità della destinazione prescelta per la propria vacanza, diviene decisivo andare incontro a tale domanda, con una offerta turistico-culturale mirata e qualificata, offerta che il nostro territorio è certamente in grado di proporre” ha aggiunto Pacella. “Un momento di successo per il nostro territorio – ha detto Alfredo Prete, presidente della Camera di Commercio di Lecce -. 24 nostri operatori parteciperanno al workshop, una partecipazione del tutto gratuita, che le nostre imprese apprezzeranno”. Di impegno e di destagionalizzazione hanno parlato tutti, facendo riferimento alla peculiarità del vino. E non solo, tanti operatori stanno investendo con le loro strutture ricettive anche nel “benessere”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!