SS 275, gli ambientalisti chiamano i familiari delle vittime della strada

Mano tesa degli ambientalisti alle associazioni per la sicurezza stradale: “Non fatevi strumentalizzare”. Lunedì un incontro a Tricase

Gli ambientalisti contrari all'ammodernamento della statale 275 lanciano un appello alle associazioni per la sicurezza stradale. “Mentre destra e sinistra battagliano senza risparmiarsi colpi sull’incandescente questione dell’appalto della Strada Statale 275, Maglie-Leuca, secondo il vecchio progetto, che ignora tutti gli accordi raggiunti di compromesso con il concetto di strada parco – fanno sapere – le associazioni che si stanno battendo per la difesa del paesaggio, rompendo con le mire di quanti cercano di strumentalizzarle a fini di campagna elettorale, tendono coralmente una mano alle associazioni per le vittime della strada, tirate dall’altra parte della barricata dai politici”. Spiega Oreste Caroppo, del movimento La rinascita: “Vogliamo che i temi della sicurezza stradale non siano strumentalizzati per dividere, su una questione così importante come quella della SS 275, e chiediamo di collaborare insieme con l’Associazione Familiari e Vittime della Strada, di cui, volenti o nolenti, facciamo tutti moralmente parte, avendo tutti uno o più parenti, cari amici, che hanno lasciato la vita sulle nostre strade, e correndo noi quotidianamente dei rischi uscendo in strada. Per questo vogliamo che la SS 275, diventi, in quanto la più importante infrastruttura dell’inizio del nuovo millennio per il Salento, il modello cui dovranno ispirarsi tutte le altre strade che d’oggi in avanti saranno costruite, o risistemate, nella nostra Regione; strade che sappiano coniugare bellezza, ecologia e sicurezza, divenendo dei veri e propri corridoi ecologici di valorizzazione del territorio rurale e naturale che attraversano, e dove massima sia l’attenzione data alla sicurezza stradale; il tutto in coerenza con il nuovo virtuoso Piano Paesaggistico della Puglia (PPTR)”. Poi annuncia: “Lunedì prossimo, alle ore 18, a Tricase ci sarà un incontro sulla 275, presso la sede del GAL-Capo Santa Maria di Leuca, in piazza Pisanelli e invitiamo ad essere presenti i rappresentanti di tutte le associazioni che hanno a cuore il tema della sicurezza stradale per iniziare a dialogare e costruire insieme il nostro futuro, per una proposta-progetto seria, che non sia più l’accozzaglia di interessi dissonanti, ma il parto felice, che nasce dal comune amore per il territorio e per le sue genti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!