L'energia solare rinfresca le estati

Un appuntamento per discutere dell'ultima frontiera delle energia rinnovabile: il “solar cooling”, l'energia solare per il condizionamento dell'aria

Un intero pomeriggio per focalizzare l’attenzione sull’energia solare per il condizionamento dell’aria. In particolare sulla sfida tecnologica più ardua ed interessante del momento: il “solar cooling”, la nuova frontiera applicativa dell'impianto solare termico. E’ questo l'appuntamento di oggi a partire dalle 14,30 presso l’Aula Y2 dell’Edificio Angelo Rizzo della Facoltà di Ingegneria dell’Università del Salento. L’incontro, aperto a tutti gli interessati, è organizzato dall’AICARR, l’Associazione Italiana Condizionamento dell’Aria Riscaldamento e Refrigerazione, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione e la Facoltà di Ingegneria dell’Università del Salento. Tra gli esperti del settore, interverrà Gianpiero Colangelo, ricercatore del CREA Centro Ricerche Energia e Ambiente, il gruppo di ricerca dell’Università di Lecce guidato dal Magnifico Rettore Domenico Laforgia. “L’utilizzazione dell’energia termica solare ha subito un forte sviluppo anche in Italia, in relazione alla necessità di risparmio energetico. Le installazioni si sono moltiplicate e si è passati dalla semplice produzione di acqua calda per uso sanitario all'integrazione per gli impianti di riscaldamento a bassa temperatura. Ora la sfida tecnologica è più ardua ed interessante. La nuova frontiera applicativa dell'impianto solare termico è il “solar cooling” – spiegano gli organizzatori, che sottolineano: “Questa tecnologia permette la produzione di acqua refrigerata, utile per il condizionamento civile ed industriale, accoppiando la produzione di acqua calda dei collettori solari alle macchine ad assorbimento. L’interessante applicazione permette lo sfruttamento di un impianto solare termico proprio nel periodo estivo di maggior produzione e potrebbe, applicato su vasta scala, essere utile per la riduzione del consumo di energia elettrica che in tale periodo presenta il maggior picco d'assorbimento.”. La tecnologia del solar cooling è supportata dalla Commissione Europea, che co-finanzia numerosi progetti di ricerca e divulgazione, come il progetto SOLAIR. Anche l’Agenzia Internazionale per l’Energia stimola la ricerca in tema di solar cooling, attraverso il programma Solar Heating and Cooling.

Leave a Comment