Consulente tecnico di ufficio. Un corso a Lecce

Al via oggi il al corso di formazione e aggiornamento professionale promosso dell’Osservatorio giuridico del Salento in collaborazione con la Provincia di Lecce

Prenderà il via alle ore 15 presso la sala conferenze della Provincia di Lecce di via Botti, il corso di formazione e aggiornamento professionale “Il nuovo consulente tecnico d’ufficio nel processo civile e penale”. Alla presentazione del corso, promosso dall’Osservatorio Giuridico del Salento in collaborazione con la Provincia di Lecce, interverranno il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, il presidente della Corte d’Appello di Lecce Mario Buffa ed il presidente dell’Osservatorio Giuridico del Salento Luigi Muci. L’entrata in vigore della L. 69/09 (cosiddetta “del nuovo processo civile”) ha modificato in maniera significativa alcuni importanti istituti del vigente codice di procedura civile, come la consulenza tecnica d’ufficio. Si è posta, dunque, la necessità per molti professionisti, impegnati quotidianamente nella delicata attività di Ctu e Ctp, di un aggiornamento che consenta di adeguarsi alle nuove prescrizioni legislative. L’Osservatorio Giuridico del Salento ha ritenuto di venire incontro a tale esigenza programmando l’attivazione di un corso di formazione ed aggiornamento per tecnici e professionisti che svolgono le funzioni di esperto del giudice o delle parti processuali. Si tratta di un’occasione utile anche per gli avvocati che vogliano perfezionare le loro conoscenze sull’argomento. Il percorso formativo si articola insei moduli didattici, per un totale di 20 ore di formazione: docenti e relatori saranno operatori del diritto, conciliatori ed esperti della materia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!