Il carro degli innamorati cerca casa

I cartapestai di Casarano lanciano un appello: “Serve un locale adatto per montare il carro allegorico o non parteciperemo alla sfilata”

Le giornate conclusive del Carnevale 2010 si avvicinano e cresce l’attesa per la sfilata della XIII edizione del “Carnevale della fantasia” di Casarano, la tradizionale parata allegra e colorata di carri allegorici, gruppi e coppie mascherate in programma il 14 e 16 febbraio. Mentre la macchina organizzativa, gestita dall’associazione “Amici del Carnevale” con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e con la collaborazione di numerosi sponsor, non si concede soste per allestire al meglio la kermesse carnevalesca, nasce un problema per uno dei carri in gara. Il gruppo di cartapestai di Casarano che ha realizzato, come ogni anno, la sua “creazione” ha annunciato un clamoroso forfait. “Quest’anno non parteciperemo alla sfilata – annuncia con rammarico Luigi Nuzzo, il rappresentante del gruppo – perché non abbiamo la struttura adatta per montare il carro”. Nuzzo spiega che tutti i pezzi del carro, che ha per oggetto la festa di S. Valentino (quest’anno la prima giornata cade proprio il 14 febbraio), si trovano nella ex cantina San Giuseppe, nel rione “Casaranello”, ma che si tratta di un posto fatiscente, non adatto a per comporre un carro lungo 12 metri, alto 10 e largo 5, né a conservare tutti i pezzi fino al giorno della sfilata. “Quel posto non è ideale – spiega ancora il cartapestaio –, è come stare all’aperto. Le condizioni meteorologiche degli ultimi giorni che cambiano continuamente non ci permettono di lavorare e di montare il carro”. Il gruppo di artigiani casaranesi, quindi, lancia un appello all’amministrazione comunale, agli organizzatori e ai privati cittadini. “Serve la disponibilità di un locale adatto per montare senza soste il carro – ribadisce Nuzzo – altrimenti saremo costretti a rinunciare”. In attesa che il carro degli innamorati trovi casa, l’organizzazione continua senza soste. I cittadini sono in attesa che venga stampata e distribuita la tradizionale pubblicazione satirica (che ha sempre ha registrato molto successo) che mette alla berlina i politici locali. L’uscita dell’opuscolo rappresenta l’inizio del Carnevale casaranese. Nei giorni scorsi è stato ufficializzato il montepremi. I sostenitori dell’evento, nonostante la crisi economica, hanno aderito con entusiasmo, tanto da portare il montepremi alla quota record di 25mila euro. Gli organizzatori, grazie anche a questi numerosi e generosi finanziatori, sono convinti che la XIII edizione del “Carnevale della Fantasia” sarà una delle più grandiose degli ultimi anni. L’edizione 2010 del carnevale cittadino, insomma, si preannuncia ricca di premi e nel rispetto della più recente tradizione che ha riportato le sfilate dopo anni di silenzio.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati