Nardò: due arresti per spaccio

Sorpresi in flagranza di reato mentre vendevano una dose di eroina ad un tossicodipendente del posto

di Mauro Longo Il nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri della compagnia di Gallipoli, coadiuvati dai colleghi della stazione di Nardò, ha arrestato, in flagranza di reato per spaccio di sostanza stupefacente, Giuseppe Bove, di 36 anni e Giuseppe Casaluce di 42, entrambi di Nardò e già noti alle forze dell’ordine. I due uomini sono stati messi in manette a conclusione di un’ampia e complessa attività di indagine effettuata con controlli e pedinamenti, nell’ambito della lotta finalizzata al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nella nottata di venerdì, infatti, i militari hanno sorpreso i due uomini mentre effettuavano lo scambio di una dose di eroina con un tossicodipendente. Le indagini erano state avviate perché i militari stessi avevano scoperto che un numero sempre maggiore di assuntori di droga si recavano dai due spacciatori. Dalla successiva perquisizione personale i militari hanno rinvenuto e sequestrato i proventi di tale vendita che ammontano a circa 800 euro in banconote di piccolo taglio e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, hanno condotto i due uomini presso la casa circondariale di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!