Lavori pubblici. Dalla Provincia 8 milioni per Casarano

Edilizia scolastica ed opere stradali sono i settori interessati dalla programmazione di Palazzo dei Celestini per il collegio di Casarano

I lavori programmati dalla Provincia per il collegio Casarano-Supersano, relativi al triennio 2010-2012 ed inclusi nel Programma triennale dei lavori pubblici, ammontano complessivamente a 8.050.000,00 euro. Lo annuncia, con un comunicato stampa, Gianni Stefàno (Pdl), assessore provinciale alla Gestione territoriale, Politiche dell’energia e Protezione civile, sottolineando che è stato il “frutto dell’attenzione alle necessità delle comunità dei due territori”. Edilizia scolastica ed opere stradali sono i settori interessati dalla programmazione di Palazzo dei Celestini per il collegio di Casarano. Nel dettaglio, per quanto riguarda le scuole, la giunta guidata dal presidente Antonio Gabellone ha programmato lavori di completamento del corpo aule della sede distaccata dell'Istituto Professionale “Bottazzi”(finanziamento previsto 200mila euro); lavori di manutenzione straordinaria coperture e facciate dell’istituto Industriale “Meucci” (700mila); lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione e adeguamento normativo del Liceo Classico (500mila); costruzione della sede staccata di Taurisano dell’Istituto Professionale “Bottazzi”, secondo lotto (1.200.000 euro). Ben più impegnativo l’impegno della Provincia per quanto riguarda le opere stradali. In questo settore, la parte del leone la fa il progetto dell’ammodernamento e adeguamento della strada provinciale Casarano-Ruffano (S.P. 71) con un finanziamento previsto di 5 milioni di euro. Le altre opere programmate sono: il prolungamento della strada provinciale Casarano- Parabita (zona cosiddetta “California”) per un importo di 150mila euro e la realizzazione della viabilità pedonale e ciclabile sulla strada di collegamento dell’abitato di Supersano al Cimitero Comunale (300mila euro). “L’elenco delle opere stradali interessate dal Programma Triennale – precisa l’assessore Stefàno – e ricadenti nel nostro collegio, non comprende gli interventi che verranno individuati e realizzati nel triennio su diverse infrastrutture viarie con l’utilizzo delle risorse destinate alla sicurezza, ammontanti ad oltre 30 milioni di euro e ad interventi di razionalizzazione incroci e realizzazione di rotatorie ammontanti ad oltre 4 milioni di euro per l’intera provincia”. Il Piano triennale delle opere pubbliche della Provincia è stato presentato l’altro ieri dal presidente Gabellone e dall’assessore ai Lavori Pubblici, Massimo Como, che ha voluto precisare che non si tratta del “libro dei sogni”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati