Conferenza provinciale sulla Cultura. Tutto pronto

Spazio alla creatività ed ai talenti. Conferenze il 2 e il 3 dicembre. Il 25 novembre scadono i termini per accreditarsi. Possono farlo i singoli e le associazioni

di Daria Ricci “La Provincia di Lecce e non solo guarda alla Cultura come a volano di sviluppo economico sul territorio”. Lo ha detto Simona Manca, vicepresidente della Provincia, alla conferenza stampa di presentazione della “Prima Conferenza provinciale sulla Cultura. Verso un Osservatorio provinciale per il coordinamento e lo sviluppo delle attività e delle produzioni culturali” che si terrà il 2 e il 3 dicembre presso il museo provinciale “Sigismondo Castromediano”. Spazio ai giovani, dunque, ai gruppi, alle associazioni, insomma a ogni “operatore, portatore di interesse, rappresentante di associazioni, imprese, istituzioni che potrà partecipare al dibattito portando il proprio contributo di idee e di proposte”. E non si tratta di “stati generali della Cultura, come qualcuno ha detto – ha puntualizzato Manca -, in quanto non è un’imposizione dall’alto, ma la sigla di un patto con il territorio, un programma condiviso tra privati e istituzioni, una collaborazione tra pubblico e privato. Occorre immaginare una politica di coordinamento interistituzionale e di collaborazione pubblico privato per inaugurare una nuova stagione di programmazione condivisa e di infrastrutturazione culturale nella logica del recupero, del coinvolgimento e della valorizzazione di tutte le realtà culturali del territorio”. Si andrà a “realizzare un calendario di eventi da promuovere sul territorio – ha aggiunto Antonio Cassiano, direttore del museo provinciale “Castromediano” -; attività culturali di ogni tipo da tenere nei tanti contenitori di prestigio che la città offre, così ad esempio il turista potrà visitare San Francesco della Scarpa e magari in quel momento trovare anche l’allestimento di una mostra”. La prima parte dei lavori sarà dedicata agli interventi istituzionali, dalla Provincia di Lecce, ai Comuni, alla Regione, ad Apulia Film Commission, Sovrintendenza, Camera di commercio, Confindustria, Università, agenzie formative, Teatro pubblico pugliese. Successivamente si creeranno sei gruppi di lavoro sulla base degli accrediti che abbracceranno spettacolo dal vivo, audiovisivo, editoria, associazionismo culturale, istituzioni culturali, arte, design e architettura. La scheda per l’accreditamento è disponibile sul sito della Provincia (www.provincia.le.it), presso l’assessorato alla Cultura (museo provinciale “Sigismondo Castromediano”) o presso l’ufficio di vicepresidenza a Palazzo Adorno. Va inviata entro il 25 novembre per e-mail o per fax allo 0832-683534. Per informazioni 0852-683542.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!