Casarano. Ecco le commissioni consiliari

Eletti ieri in Consiglio i membri delle sei Commissioni. Approvato a maggioranza anche il Piano casa

Erano 14 i punti all’ordine del giorno della seduta consiliare di ieri, presieduta da Paolo Zompì. Tra questi, la lettura delle linee programmatiche del sindaco, Ivan De Masi, per la Consiliatura 2009-2014. Su questo argomento c’è stata una polemica innescata da Claudio Casciaro che ha accusato l’esecutivo di non averlo messo nelle condizioni di contribuire ad emendare il documento. De Masi ha ribattuto di aver invitato, seppure informalmente, il capogruppo del Pdl, Giampiero Marrella, a incontrare la minoranza proprio per eventuali proposte. Casciaro ha abbandonato l’aula seguito, solo dopo un serrato scambio di telefonate, dagli altri consiglieri di opposizione. Il Consiglio Comunale ha proceduto, inoltre, ad eleggere i membri delle commissioni. La “Commissione per fini di controllo e inchiesta” è formata da Massimo Del Genio, Giampiero Marrella, Aurelio Bello, Massimo Villa e Antonio Torsello; la “Commissione bilancio e sviluppo economico” è composta da Luigi Crudo, Giuseppe Panico, Giuseppe Lisi, Marrella e Torsello; la “Commissione affari istituzionali” da Giovanni Pino, Rocco Greco, Fabrizio Fattizzo, Antonio Gatto e Claudio Casciaro; della “Commissione servizi sociali” fanno parte Sergio Abbruzzese, Luigi Bartolomeo, Bello, Fattizzo e Casciaro; la “Commissione urbanistica” è composta da Remigio Venuti, Leonardo Ciurlia, Massimo D’Aquino, Marrella e Torsello. Infine, la “Commissione per l’aggiornamento dell’albo comunale dei giudici popolari” è composta dal sindaco (membro di diritto), da un consigliere di maggioranza (Greco) e da uno di minoranza (Marrella). L’assemblea cittadina ha inoltre approvato a maggioranza, con l’astensione del centro-destra, il piano casa, mentre l’atteso punto presentato dalle forze di minoranza, relativo alla situazione debitoria del Comune nei confronti della Monteco, è stato rinviato su richiesta degli stessi proponenti. “Data l’ora tarda e l’importanza dell’argomento – ha proposto Marrella – chiediamo che l’argomento venga affrontato in modo più fresco. Ritiriamo il punto e riformuleremo la nuova richiesta di un consiglio comunale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!