Crisi Adelchi. Occupato lo stabilimento di Lucugnano

GUARDA IL VIDEO. I lavoratori in cassa integrazione hanno occupato la fabbrica di Lucugnano. Un operaio si è cosparso di benzina minacciando di darsi fuoco. La crisi diventa allarme

La crisi Adelchi non accenna a rientrare. I lavoratori sono ancora in protesta e si è concluso con un a di fatto anche l’incontro di ieri tra le istituzioni, al quale il Gruppo aziendale avrebbe dovuto presentarsi con un concreto piano industriale per il reintegro dei lavoratori. Stamattina l’ennesimo gesto disperato da parte di un operaio in cassa integrazione. L’uomo si è presentato nel salone espositivo della fabbrica di Lucugnano e si è cosparso il corpo di benzina minacciando di darsi fuoco. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia ed i carabinieri di Tricase. In mattinata, sono arrivati anche Loredana Capone, vicepresidente della Regione Puglia, ed Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce. Capone ha annunciato che domani porterà la questione di Adelchi in via Capruzzi in una riunione convocata sul tema, ribadendo più volte il pieno sostegno ai lavoratori da parte delle istituzioni, e la necessità di un “piano industriale serio” da parte dell’azienda per poter accedere agli incentivi pubblici.

Leave a Comment