Crisi Adelchi. Occupato lo stabilimento di Lucugnano

GUARDA IL VIDEO. I lavoratori in cassa integrazione hanno occupato la fabbrica di Lucugnano. Un operaio si è cosparso di benzina minacciando di darsi fuoco. La crisi diventa allarme

La crisi Adelchi non accenna a rientrare. I lavoratori sono ancora in protesta e si è concluso con un a di fatto anche l’incontro di ieri tra le istituzioni, al quale il Gruppo aziendale avrebbe dovuto presentarsi con un concreto piano industriale per il reintegro dei lavoratori. Stamattina l’ennesimo gesto disperato da parte di un operaio in cassa integrazione. L’uomo si è presentato nel salone espositivo della fabbrica di Lucugnano e si è cosparso il corpo di benzina minacciando di darsi fuoco. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia ed i carabinieri di Tricase. In mattinata, sono arrivati anche Loredana Capone, vicepresidente della Regione Puglia, ed Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce. Capone ha annunciato che domani porterà la questione di Adelchi in via Capruzzi in una riunione convocata sul tema, ribadendo più volte il pieno sostegno ai lavoratori da parte delle istituzioni, e la necessità di un “piano industriale serio” da parte dell’azienda per poter accedere agli incentivi pubblici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!