Gallipoli. Il coro parrocchiale canta a S. Pietro

La celebrazione del 18 ottobre sarà animata dal coro Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli per il quarto centenario della morte di San Giovanni Leonardi

Il coro parrocchiale del Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli animerà la liturgia eucaristica del 18 ottobre che si svolgerà a partire dalle 10.30 nella Basilica Vaticana di S. Pietro di Roma. La celebrazione si giustifica con la conclusione del quarto centenario della morte di San Giovanni Leonardi, fondatore dell’Ordine della Madre di Dio (lo stesso cui è affidato la parrocchia gallipolini). Andrea Casole, che dirige da diversi anni il coro del Sacro Cuore, esegue la messa solenne – da lui composta per l’occasione – per coro a 5 voci. Per preparare al meglio l’importante evento nei giorni scorsi il maestro Casole ha avuto un incontro con il collega Temistocle Capone, organista e direttore del coro della Basilica Vaticana per definire il programma dei brani da eseguire durante la celebrazione. Per il Coro del Sacro Cuore si tratta del riconoscimento più importante in un’attività di animazione liturgica che in questi anni ha avuto consensi e riconoscimenti diffusi. Un coro formato da circa trenta ragazzi, nato con il semplice scopo di animare la celebrazione Eucaristica domenicale nella parrocchia di piazza Tellini, ma che ormai rappresenta un punto di riferimento a livello cittadino e diocesano e non solo, visto che nel recente passato ha inciso con il maestro Domenico Alemanno la Messa “Il tuo volto io cerco” per assemblea e coro a quattro voci.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!