Sant’Oronzo, si parte

Esercizi commerciali aperti fino alle 2 della notte e bancarelle di ogni tipo. Parte oggi la tre giorni di festa in onore dei santi patroni di Lecce

Si alza oggi il sipario sulla festa più attesa dai leccesi, quella in onore dei santi patroni della città: Oronzo, Giusto e Fortunato. Tre giorni per tre santi e per spettacoli a non finire. Già ieri, per la verità, le prime bancarelle hanno colorato le strade e le piazze del capoluogo leccese. Piazza S. Oronzo, via Trinchese, via Cavallotti e viale Lo Re, prime fra tutte. Dolciumi, noccioline, abbigliamento ed oggetti di ogni tipo. Per la gioia dei turisti e dei residenti. Ma i festeggiamenti veri e propri prenderanno il via alle ore 19 di oggi, con la solenne processione dei santi. Inutile tentare di raggiungere il centro in auto perché a partire dalle ore 18 di oggi (e fino alle ore 24 del 27) sarà fatto divieto assoluto di transito; meglio prendere i bus navetta garantiti fino alle 3 del mattino. Anche gli esercizi commerciali ed artigianali, assieme alle luminarie, quest’anno tireranno tardi, fino alle 2 della notte. Di tempo, dunque, ce n’è, per godere appieno della festa. Affrettatevi, però, per non perderne nemmeno un minuto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!