Arte e sapore a Portoselvaggio

Domani sera a Nardò alle ore 21.00, presso la masseria Torre Nova, all'interno del parco, una serata enogastronomica-culturale, inserita nel progetto Viviamo il parco

Protagonista del concerto è la zampogna, regina degli strumenti tradizionali dell’Italia centromeridionale, sorprendemente rivisitata in chiave contemporanea, in composizioni che ne esaltano le straordinarie e tuttora inesplorate sonorità. L’incanto dei suoni e gli accostamenti timbrici, inusuali e sorprendenti; gli echi di incursioni appassionate in culture musicali antiche e distanti; il dispiegarsi dei temi compositivi in linee sonore inattese e virtuosismi strumentali raffinati ed efficaci, sono alcune delle suggestioni di un concerto tutto da gustare in cui l’ensemble di Nico Berardi, costituita da sei eccellenti musicisti, mette in scena la musica attraverso le voci di zampogne, ciaramella, fagotto, violoncello fisarmonica e numerosi altri strumenti (percussioni, flauti, chitarre, charango, sikus, etc.). Il concerto, eseguito in prestigiosi festival internazionali, ha già ricevuto grande apprezzamento di pubblico e giudizi molto positivi da parte della critica musicale. Nico Berardi (zampogna, charango, chitarra, flauti) Pino Colonna (ciaramella, flauti, chalumeau) Maria Arcangela Lorusso (fagotto) Anila Roshi (violoncello) Silvio Teot (percussioni) Giuseppe Volpe (fisarmonica)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment