Luca e Antonio. Tragedia per la comunità

Antonio Gabellone e Massimo Como manifestano il loro cordoglio e confermano l’impegno della provincia per eliminare le criticità del sistema viario

“Una tragedia enorme, che sconvolge le vite di due famiglie, di una Comunità intera, ma colpisce duramente e nel profondo anche i nostri sentimenti di padri di famiglia, prima ancora che di amministratori, con crudezza, come un segno del destino, proprio nel giorno in cui la Provincia è riuscita a restituire ai salentini, finalmente ultimata, una importante arteria provinciale come la Lizzanello- Castrì”. Antonio Gabellone, nel corso della cerimonia inaugurale di questa nuova strada provinciale, svoltasi ieri, ha ricordato con queste parole i due ragazzi vittime dell’incidente stradale accaduto sulla strada provinciale Veglie- Torre Lapillo. “La Provincia di Lecce – ha aggiunto il presidente Gabellone – è aperta al contributo dei sindaci, degli amministratori che meglio conoscono i rispettivi tessuti urbanistici e le criticità dei sistemi viari, in modo che anche in merito a questa progettualità possano esprimere le loro proposte migliorative”. “In momenti tragici come quello che stanno vivendo i familiari dei due ragazzi vittime di un gravissimo incidente stradale sulla Veglie – Torre Lapillo e l’intera Comunità vegliese – aggiunge Massimo Como – è difficile mantenere la freddezza e l’equilibrio che il nostro ruolo istituzionale richiede”. Ha continuato: “Siamo molto vicini ai genitori di Antonio Carluccio e Luca Panzanaro colpiti così duramente negli affetti più cari, ma riteniamo doveroso confermare l’impegno e l’attenzione di questa Provincia al sistema viario e dei collegamenti nel territorio provinciale. Tra le linee di governo del presidente Gabellone, infatti, occupano un posto preminente l’allargamento e la messa in sicurezza delle strade provinciale, il miglioramento e la messa in sicurezza degli edifici scolastici, la tutela dei cittadini con interventi mirati a ridurre al minimo i rischi di ogni genere. In particolare, posso assicurare che le strade di collegamento dei Comuni collegati con Porto Cesareo e la rete viaria che si snoda attorno alla popolosa marina ionica fanno parte di un ampio programma provinciale di interventi migliorativi e di potenziamento strutturale”. E’ stato già approvato il progetto definitivo dei lavori di allargamento e messa in sicurezza della S.P. Lecce – Porto Cesareo che prevede, tra l’altro la realizzazione di cinque rotatorie, la sistemazione di un ulteriore incrocio e la costruzione di strade complanari per evitare accessi diretti alla strada provinciale. Il costo previsto per queste opere è di 4 milioni di euro. Sono, inoltre, in fase di appalto i lavori di allargamento del tratto della S.P. Veglie – Torre Lapillo, sede del tragico incidente, inoltre, una rotatoria sarà realizzata nel punto in cui questa strada incrocia la S.P. San Pancrazio-Torre Lapillo. “E’ intenzione di questa amministrazione – conclude l’assessore Massimo Como – avere una visione chiara e precisa delle criticità presentate dall’enorme rete viaria provinciale. Abbiamo commissionato uno studio su queste problematiche che ci consentirà di stabilire delle priorità d’intervento sulla base dei bisogni più urgenti. Con i sindaci dei Comuni maggiormente interessati da questi problemi cercheremo di approfondire queste tematiche prima dell’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche. Non ci fermeremo, comunque, alla programmazione, ma cercheremo di attingere altre risorse finanziarie per avere maggiori possibilità di intervento sul sistema viario e dei collegamenti per garantire migliori condizioni di percorribilità, ma soprattutto maggiore sicurezza sulle nostre strade”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!