Nociglia. Prg dopo 25 anni

Il punto più interessante dello strumento urbanistico è la previsione di un nuova zona 167 di circa tre ettari

Dopo un quarto di secolo è stato approvato nei giorni scorsi dalla Regione Puglia, il tanto atteso Piano regolatore generale di Nociglia. Nuove regole per indirizzare la crescita infrastrutturale ed economica del paese con tante possibilità di edificare anche in suoli agricoli e nelle periferie. Il punto più interessante dello strumento urbanistico è la previsione di un nuova zona 167 di circa tre ettari su cui l’amministrazione comunale guidata da Giuseppe Fracasso intende lavorare in tempi celeri per far diventare realtà l’impellente esigenza abitativa dei cittadini residenti. Intanto, il paese in questo periodo sembra un unico cantiere aperto. Sono stati affidati i lavori di sistemazione degli impianti sportivi (81mila euro); è stato realizzato un impianto fotovoltaico di potenza pari a 7 KWp sul tetto della scuola media; cantierizzate la bonifica di una discarica comunale e l’ampliamento della fognatura pluviale (vie Risorgimento, Trento e Surano); completata infine la rete idrica, fognante e del gas metano a totale carico, le prime due dell’Acquedotto pugliese, e l’altra dell’Italcogim.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!