Taranto. La pepatona di cozze

Guinnes world record. L’appuntamento è domani al centro commerciale Mongolfiera

C’è grande fermento e grandissima attesa a Taranto per la pepata di cozze più grande del mondo. Nell’ampio spazio del centro commerciale Mongolfiera sono già arrivati i due pentoloni di proporzioni mastodontiche e il maxipiatto, valore aggiunto se si vuol battere il guinness dei Primati Mondiali, impresa che a Taranto hanno preso sul serio. Alla gara del primo agosto ed ai guinness collaterali si sono iscritte, infatti, ben 500 persone. L’evento, coorganizzato da Coop Estense, ha coinvolto tutta la Puglia, visto che i partecipanti giungono dall’intera regione, ma non solo. L’azienda di trasporti municipalizzata Amat ha anche messo a disposizione tre servizi navetta ad hoc, proprio per non perdere l’evento (alle 17.30, ora dell’inizio, ma anche alle 18.30 ed alle 19.30). “La pepata di cozze più grande del mondo” sarà trasmessa anche in diretta via satellite su Studio 100 Sat (925 e 952 del bouquet Sky). Da ultime indiscrezioni, il giudice ufficiale del Guinness dovrebbe essere un italiano. Il record mondiale de “La pepata di cozze più grande del mondo”, attualmente appartiene dal 2003 alla città francese di St-Pierre-sur-Mer. Questo fino all’organizzazione tarantina, che promette battaglia e si aspetta il record. Dalle 17.30 in poi, sul piazzale esterno del centro commerciale Mongolfiera, partirà la cottura della pepata di cozze, condita – è il caso di dirlo – dai tentativi di guinness collaterali (Il “maggior numero di bottiglie di birra stappate in un minuto” e “il maggior numero di cozze aperte in 1 minuto”), che sono già partiti in questi giorni. Alle 19.30 il momento più atteso, quello della proclamazione del Guinness e della consegna dell’attestato che porterà Taranto nella storia.Più di tre tonnellate di cozze tarantine, oltre 300 chilogrammi tra pomodorini pugliesi e olio extravergine d'oliva rigorosamente prodotto in Puglia, più di 750 teste d'aglio. Sono alcuni degli ingredienti della Pepata di Cozze. Per la sua realizzazione saranno utilizzati anche due padelloni giganti, un piatto/contenitore di oltre 30 metri quadri, 2.500 metri quadrati di area attrezzata nel parcheggio del centro commerciale Mongolfiera, 25 gazebo per la distribuzione delle cozze al pubblico, 200 persone coinvolte tra cuochi, tecnici, progettisti, volontari, questi alcuni numeri per realizzare, seguendo la ricetta tradizionale, una pepata di cozze da record del mondo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment