Surbo. Tornano le minacce alla politica

Vari attentati nella notte di sabato ai danni della politica cittadina. Molotov sulla casa dell’assessore

A Surbo, la criminalità torna a colpire la politica. A farne le spese questa volta gli assessori della giunta del sindaco Daniele Capone. Ad avere la peggio è stato l’assessore ai lavori pubblici e alla riqualificazione delle periferie Fabio Vincenti, sull’ingresso della sua abitazione infatti nella notte di sabato, è stata lanciata una molotov, riportando alla mente i fatti avvenuti qualche anno fa. Ma non è stato l’unico atto intimidatorio avvenuto nella notte. I Carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Lecce infatti, hanno notato che diversi manifesti elettorali in varie parti del paese erano stati staccati. In particolare quelli in via Lecce del candidato alle provinciali Franco Vincenti. Anche per Pietro Mancarella, assessore con deleghe alle politiche del lavoro, insulti e scritte ingiuriose nei presi del cimitero, che hanno comunque creato poco allarme, dato il clima teso che c’è nella politica cittadina. Resta da capire ora i moventi che hanno spinto questi gesti, con un occhio alle vicende del passato, agli incendi dell’auto del ex presidente del consiglio comunale, dei colpi di pistola contro la sede della polizia municipale e altri. Molte le piste seguite quindi e tutto da chiarire riguardo agli episodi dell’altra notte.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!