Agguato al bar. Sette colpi di pistola

Paura al bar Millennio di Monteroni. Chi ha sparato ad Alessio Spedicato in pieno pomeriggio ha voluto punirlo, non ucciderlo. Sembrerebbe un regolamento dei conti

Sette colpi di pistola di cui sei andati a segno. Un vero a proprio agguato, forse un regolamento dei conti avvenuto alla luce del sole, davanti ai passanti e soprattutto davanti alle telecamere del bar Millennio di Monteroni. Lì dove si sono consumati minuti di terrore. A farne le spese è stato Alessio Spedicato, 25 anni, di Arnesano, conosciuto con il soprannome di “Pasulo”, specialista nei furti in appartamenti ed esercizi commerciali. E forse proprio questa sua attività avrà dato fastidio a qualcuno. Forse Spedicato avrà toccato chi non doveva e per questo è stato punito. Solo una punizione, questi saranno stati gli ordini, dal momento che chi ha sparato, viaggiando a bordo di uno scooter di media cilindrata, ha mirato direttamente alle gambe e alla parte bassa del corpo. O forse – ma questa ipotesi è meno accreditata – alla base del ferimento ci potrebbero essere state questioni di droga; Spedicato ne era un assuntore. Il 25enne è stato condotto da un’ambulanza del 118 presso il Pronto Soccorso del “Vito Fazzi” di Lecce dove in serata è stato sottoposto ad u intervento chirurgico nel reparto di Ortopedia dove gli è stato estratto un proiettile dalla gamba sinistra e curati braccio sinistro e gamba destra attraversati dalle altre pallottole. Non guarirà prima di due mesi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!