Diossina? Un Comitato per dire di no

Ieri la costituzione ufficiale alla presenza di cittadini e rappresentanti di istituzioni

E' stato istituito formalmente ieri, nei pressi della Copersalento, il Comitato No Diossina. Obiettivo: la chiusura dell'impianto di Maglie e la bonifica del territorio

La diossina è tra i fattori maggiormente incriminati per i danni provocati alla salute dei cittadini. Per questa ragione, cittadini e associazioni del territorio provinciale si sono spontaneamente riuniti in un coordinamento, che ieri ha istituito il “Comitato No-Diossina”. Il Comitato è nato per portare avanti la mobilitazione contro l’inquinamento da diossina e promuoverà, pertanto, iniziative volte ad informare e sensibilizzare. Primo obiettivo: la chiusura della Copersalento di Maglie. L’appuntamento di ieri ha radunato poco di cento persone; un risultato non da poco, hanno commentato gli organizzatori, soprattutto se si tiene conto delle cattive condizioni del tempo. Erano presenti comuni cittadini ma anche rappresentanti istituzionali; vi erano infatti i primi cittadini di Cursi, Castrigano dei Greci, Corigliano e Melpignano, e le associazioni Biblioteca di Sarajevo, Coordinamento civico per la tutela della salute e del territorio, Legambiente, Rinascita del Bosco Belvedere e Coppula Tisa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment