Lecce. Il Movimento per il Sud è tutto qui?

Roberto Tundo: “Adriana Poli già parla come quelli del centrosinistra. Che pessima caduta di stile.

Per Roberto Tundo il Movimento per il Sud si manifesta sempre di più come strumento per amplificare amarezze e rancore, più che come un contributo per arricchire il dibattito politico. Ma il nuovo movimento è sul serio solo questo?

Come volevasi dimostrare. Il Movimento per il Sud che Adriana Poli ha presentato questa mattina a Lecce si manifesta sempre di più come strumento per amplificare le proprie amarezze e/o il rancore, più che un contributo per arricchire il dibattito politico. Il patrimonio politico e culturale della Destra è inesistente. Nessuna visione del futuro ma solo un pizzico di nostalgia per il passato, giusto per mettere giù qualche lacrima. Notevoli, invece, le critiche rivolte alle forze politiche della coalizione al governo – Alleanza Nazionale in primis – critiche che sembrano provenire dall’area di centrosinistra, più che da una senatrice eletta nel Popolo della Libertà. C’era allora bisogno di tanto affanno? Criticare il governo, chiedere una maggiore attenzione per le politiche del Mezzogiorno, giudicare insufficienti gli stanziamenti per le infrastrutture nel Sud, bocciare la Banca del Mezzogiorno… è quello che già dice, per il Partito Democratico, l’on. Teresa Bellanova, ad esempio. Che ci si metta pure Adriana Poli ci sembra, fra tutte le altre considerazioni, una pessima caduta di stile. Roberto Tundo Dirigente Nazionale di An

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!