Delegazione di operatori turistici del Montenegro in APT

Per un progetto di scambio di esperienze e di ricerca di collaborazioni operative

Appuntamento mercoledì 21 gennaio, dalle ore 15.00 alle 18.00, presso l’Azienda di Promozione Turistica (Apt) di Lecce per il seminario “Promozione e marketing territoriale”

“Promozione e marketing territoriale”: è il tema del seminario in programma domani, mercoledì 21 gennaio, dalle ore 15.00 alle 18.00, presso l’Azienda di Promozione Turistica (Apt) di Lecce. Promossa da FdL Servizi (la società della Fiera del Levante specializzata nel settore dell’internazionalizzazione) in collaborazione con Confindustria Puglia – Federturismo, l’iniziativa rientra nel programma di ricostruzione dei Balcani avviato nel 2001 con fondi del ministero dello Sviluppo economico e mira a rafforzare la cooperazione turistica tra Puglia e Montenegro, nonché a consolidare maggiormente i rapporti di amicizia e di cooperazione economica nell’area del Mediterraneo al fine di rilanciare una rotta ritenuta strategica per incrementare i flussi turistici nell’intera area. La tappa salentina rientra in un programma più ampio di stage e visite guidate alle aziende pugliesi nelle aree di maggior sviluppo dell’industria turistica (tra cui Foggia, Alberobello, Monopoli) in programma fino al prossimo 23 gennaio. Il seminario di Lecce – che vedrà la partecipazione di 16 operatori della Repubblica del Montenegro – sarà tenuto da Stefania Mandurino, commissaria Apt e componente della giunta nazionale di Federturismo, e da Giovanni Serafino, presidente sezione Turismo di Confindustria Lecce e farà seguito alla visita guidata degli operatori montenegrini a due strutture ricettive salentine, previsto in mattinata per uno scambio di know-how volto a facilitare l’individuazione comune delle principali caratteristiche di un servizio turistico moderno e adeguato alla domanda. In particolare, la commissaria Mandurino presenterà le iniziative realizzate in questi anni dalla Regione Puglia in collaborazione con i partner privati, tra cui il progetto di promozione turistica “Città aperte” e le iniziative di promo-commercializzazione, esempi di come la cooperazione tra associazioni pubbliche e private ed enti camerali e territoriali sia determinante per sostenere con successo i processi di marketing e di internazionalizzazione del marchio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!