Crisi della pesca. Poli chiede i Fep

La proposta di Adriana Poli Bortone

Per arginare l'emergenza del settore pesca provocata dall’aumento del costo del gasolio, Adriana Poli Bortone, senatrice del PdL, ha chiesto l’utilizzo del Fondo europeo per la pesca (Fep) della programmazione comunitaria 2007/2013

Adriana Poli Bortone, senatrice del Popolo della Libertà, ha chiesto l’utilizzo del Fondo europeo per la pesca (Fep) della programmazione comunitaria 2007/2013 per risolvere la difficile situazione del settore della pesca provocata soprattutto dall’aumento del costo del gasolio. La richiesta è contenuta in una interrogazione rivolta ad Andrea Ronchi, ministro per le Politiche comunitarie e a Luca Zaia, ministro per le Politiche agricole e forestali. A distanza di una anno e mezzo dall’inizio della nuova programmazione, infatti, nessuna somma è stata impegnata per l’utilizzo del Fep, che ammonta complessivamente a 250 milioni di euro. “Secondo le regole comunitarie – ha evidenziato Poli Bortone – potrebbero essere utilizzati 75 milioni di euro utili ad affrontare una situazione di estremo disagio degli operatori della pesca, per i quali non si può ipotizzare evidentemente nessuna forma di intervento che possa configurarsi come ‘aiuto di Stato’. Al di là degli interventi strutturali, da realizzare a medio e lungo termine, occorre intervenire sull’emergenza, anche per arginare problemi di ordine pubblico oltre che di forte disagio economico”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!