Le isole Tremiti sono in Puglia

STrano cartellone promozionale alla BIT

Alla fiera di Milano denominata BIT uno scandaloso cartellone pubblicitario nello stand della regione Molise dal titolo “Molise e Isole Tremiti”

Nell’ambito dell’ultima, appena conclusasi, B.I.T. Borsa Internazione del Turismo – l’importante appuntamento che si svolge annualmente a Milano e che richiama l’attenzione di numerosi operatori del settore e visitatori privati, provenienti non solo dall’Italia ma anche da molte altre nazioni si è quest’anno consumato, si voglia scusare la crudezza, uno scandaloso sacrilegio. Come documentato dalla stampa mediante le immagini sull’evento, nei vasti saloni della Fiera, in mezzo agli stand dei vari espositori territoriali, campeggiava un grande cartello recitante Molise & IsoleTremiti, per di più col suo bravo sottotitolo Molise & Tremiti Islands. Signori, si sta parlando del piccolo e nello stesso tempo ben conosciuto e rinomato arcipelago appena al largo del Gargano, che costituisce un comune a sé, fa parte della provincia di Foggia e rientra quindi nella regione Puglia. Per dirla con lo slang del noto ex pubblico ministero e ora Ministro nativo di Montenero di Bisaccia (Campobasso), qui che c’azzecca, dunque, il Molise? Evidentemente gli amministratori e gli operatori isolani, sentendosi e rimasti concretamente dimenticati dalle proprie istituzioni provinciali e regionali, hanno purtroppo dovuto appoggiarsi, in maniera specifica per la partecipazione alla BIT, ad un altra struttura territoriale prospiciente al di là del braccio di mare, giustappunto il Molise. Sacrilegio si diceva all’inizio, ma anche una vergogna! Signori amministratori della Capitanata e della Puglia, avete ignorato o trascurato che: – le isole Tremiti sono una meraviglia della natura e poco e niente hanno da invidiare, per bellezza e magia, alle famose e decantate Maldive; – dalle medesime, si dipartono ventate di godimento per gli occhi e per il cuore di chi vi approda; – rilassanti sentieri si snodano mimetizzati nelle pinete, fra ripe scoscese e calette d’incanto, fra sapori intensi e gradevoli d’angoli incontaminati e col sottofondo di concerti di gabbiani; – il tramonto alle Tremiti si configura come un arcobaleno di nuance e toni a tutto tondo; – la notte di queste isole è del tutto speciale: la volta del cielo, lassù, nella fase in cui prevalgono assolute la quiete e il silenzio, non appare scura e tetra, bensì pitturata di un blu intenso accompagnato da luccichii scintillanti e, inoltre, arricchita dai ricami degli infiniti puntini luminosi; – mentre si va a dormire, può capitare finanche di scorgere qualche lucciola, ottenendo, da parte dei simpatici animaletti, un beneducato saluto di buonanotte. Responsabili delle istituzioni coinvolte, è veramente urgente che si ponga rimedio al clamoroso scivolone! Ciò, anche per scongiurare o allontanare il rischio di formali, irreversibili e dilanianti percorsi secessionisti. Rocco Boccadamo

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!