Erogazione di buoni sport

Promozione delle attività sportive

Sono stati erogati al Comune di Galatina ben 12mila euro dalla Regione Puglia per la promozione dello sport

Il Comune è risultato beneficiario di un cospicuo contributo per l’erogazione di buoni sport, destinati a soggetti diversamente abili, con un reddito familiare ISEE non superiore a 7.500 euro. La misura si inquadra negli interventi previsti dalla legge regionale n. 33/06 per lo “Sport per tutti”, a cui l’Assessorato allo Sport del Comune di Galatina ha partecipato con un proprio progetto di promozione del nuoto e delle attività motorie in piscina. Il progetto nella sua esecuzione vede la collaborazione dell’Assessorato ai Servizi sociali. “Il nuoto – dice l’assessore allo Sport Roberta Forte – è da considerarsi un’attività completa e salutare, che favorisce la riabilitazione motoria ed allo stesso tempo attenua gli effetti della disabilità, rendendo il soggetto che lo pratica autonomo, con ottimi risultati psico-motori. Il progetto, inoltre, prevede che l’attività sportiva venga svolta unitamente a soggetti normodotati al fine di favorire la socializzazione.” L’importo stanziato dalla Regione prevede un numero massimo di 40 residenti in Galatina, destinatari di buoni Sport. L’attività motoria si svolgerà per un’ora, due volte la settimana, presso la Piscina Comunale di Galatone. La struttura, priva di barriere architettoniche, è dotata di personale qualificato laureato in Scienze motorie, con particolare abilitazione per l’attività di sostegno. Sarà possibile scaricare il bando di partecipazione sul sito del comune con la relativa domanda di ammissione, entrambi a disposizione presso lo Sportello del Segretariato Sociale in Via Montegrappa. Per i casi di accertata impossibilità di recarsi con un proprio mezzo presso la struttura di Galatina, sarà previsto il trasporto a cura del gestore dell’impianto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!