Difensore civico, regolamento e commissione per la trasparenza

Tre passi in avanti per la tutela degli studenti

Finalmente dei passi in avanti riguardo alla tutela dei diritti degli studenti universitari. Su proposta dell’UdU, il Consiglio degli Studenti ha approvato nell’ultima seduta (15 gennaio) tre provvedimenti che saranno trasmessi e discussi dal Senato Accademico.

Si tratta di tre strumenti importanti come base della tutela dei diritti, in un Ateneo in cui i diritti dello studente sono molto spesso lasciati alla buona volontà di alcuni docenti. In particolare, come associazione riceviamo ogni giorno denunce di soprusi riguardo a: -diritti in sede d’esame (in alcuni casi dei docenti deridono il malcapitato studente impreparato o a volte nelle commissioni ci sono soggetti non idonei a esaminare); – mancato rispetto dell’orario di lavoro (docenti che non si presentano a lezione senza avvisare o che non fanno ricevimento); – testi d’esame (mancato rispetto della norma che sancisce che il docente può solo consigliare un testo, oppure docenti che subordinano la valutazione dell’esame all’acquisto del testo di cui il docente stesso è l’autore). Tutte lesioni che rendono vano il lavoro di quei docenti che onestamente fanno il loro lavoro con sforzi e dedizione e che tentano di tenere alto il buon nome dell’istituzione universitaria. I tre strumenti approvati in Consiglio, su proposta del gruppo dell’UdU, di cui fa parte anche il Presidente del Consiglio degli Studenti sono: Difensore Civico: si tratta di un’istituzione presente all’interno dello Statuto dell’Università che ha il compito di assistere e consigliare gli studenti e qualsiasi utente si ritenga leso nei propri diritti o interessi. In realtà il Difensore Civico, sebbene sia previsto dallo Statuto, non c’è da diversi anni. Chiediamo quindi che siano avviate le procedure per la nomina di questa importante istituzione. Regolamento per gli studenti: anche questo è previsto dallo Statuto su richiesta dei rappresentanti degli studenti, ma non è stato mai realizzato. Si tratta di un regolamento in cui si affermino i diritti e i doveri degli studenti. Abbiamo chiesto che sia preparata una bozza quanto prima, sentendo la componente studentesca. L’UdU da anni sostiene una battaglia per l’approvazione a tutti i livelli (Atenei e Ministero) dello Statuto Nazionale dei Diritti delle Studentesse e degli Studenti. Crediamo che la nostra bozza sia una buona base di partenza per il nuovo regolamento per gli studenti dell’Università del Salento. Commissione per la trasparenza e la tutela dello studente: si tratta di una novità proposta dall’UdU e approvata a maggioranza dal Consiglio. La proposta quella di formare una commissione formata pariteticamente da studenti e da docenti facenti parte degli organi di governo. Tale commissione, se venisse accolta la proposta del Consiglio, dovrebbe vigilare sul rispetto dei diritti e sulla trasparenza delle procedure d’esame, accogliendo le denunce degli studenti attraverso un filo diretto con gli studenti quale una casella mail, o uno sportello. Crediamo che questi siano tre passi in avanti per il nostro Ateneo e ci auguriamo che gli organi di governo accolgano le richieste degli studenti quanto prima. Massimo Toma e Mara Benzoni (Rappresentanti UdU in Consiglio degli Studenti)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!