Sequestrato un cantiere edile

Indagate sette persone

I carabinieri della compagnia di Tricase e quelli della stazione di Gagliano del Capo, a conclusione dell’attività info-investigativa, hanno proceduto al sequestro di un cantiere edile a Gagliano del Capo, in località “trepito”, situata in una zona sottoposta a vincoli paesaggistici ed idrogeologici

I militari hanno provveduto al sequestro solo dopo aver esaminato con attenzione tutta la documentazione, acquisita presso l'ufficio tecnico comunale, inerente i lavori che si stavano realizzando nella zona e che in realtà non corrispondevano con quelli effettivamente autorizzati. I carabinieri, inoltre, hanno anche ipotizzato che in alcuni atti potevano esserci delle false operazioni commesse per far risultare l'esistenza di strutture rurali abitative da ristrutturare, quando in realtà i lavori che si stavano materializzando avrebbero determinato un radicale mutamento degli edifici preesistenti. Adesso spetta al vaglio della Procura della Repubblica di Lecce giudicare la posizione di sette persone, tra proprietari, tecnici comunali, progettisti dei lavori e titolari dell'impresa realizzatrice. L’accusa è ipotesi di reato che comprendono l'abusivismo edilizio, il concorso in falso ideologico e l'abuso d'ufficio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!