Partners salentini ed albanesi per migliorare l'olivicoltura di Zadrina

Lunedi un protocollo d'intesa per offrire un aiuto all'olivicoltura albanese nell'area di Zadrina

Lunedi 26 p.v. a Palazzo Adorno la conferenza di presentazione del “Progetto Olivicoltura”: partner salentini ed albanesi insieme per cercare di migliorare le condizioni socio-economiche dell'area di Zadrina

Il 26 novembre, alle ore 10, nella sala conferenze di Palazzo Adorno, l¡¯Ass. Cosimo Durante presentera' il “Progetto olivicoltura”, promosso da un raggruppamento di istituzioni italo/albanese. Il progetto pilota, che sara' realizzato nell'area della Zadrina, Nord-Albania, intende dare un contributo per il miglioramento delle condizioni sociali ed economiche degli abitanti dell'area; difatti la Zadrina, compresa tra i due distretti di Lezhe e Scutari,una delle regioni rurali piu povere dell'Albania, per l'alto livello di disoccupazione e per il basso livello attuale di reddito derivante principalmente da un'agricoltura di sussistenza. Alla conferenza interverranno oltre a Cosimo Durante, assessore provinciale all'agricoltura e politiche UE, Ndue Preka, vice ministro albanese dell'Agricoltura, Vittorio Poti', consigliere regionale e provinciale, Antonio Buccarello, sindaco di Gagliano del Capo.Il “Progetto olivicoltura”, che si sviluppa attraverso l'azione sinergica e parallela di piu azioni, mira a: realizzare un impianto per la lavorazione dei prodotti olivicoli presso la Scuola Superiore Professionale di Agricoltura ¡Padre Giovanni Fausti di Krajen; formare il personale tecnico attraverso un percorso specificizzato sull'olivicoltura; realizzare un impianto di oliveto intensivo nel territorio circostante la scuola agraria; promuovere l'attivita' di ricerca per la valorizzazione di colture tradizionali locali e il miglioramento della qualità e della genuinità dell'olio, in collaborazione con l'Universita' di Tirana; realizzare un piccolo impianto eolico per la produzione di energia elettrica; promuovere una serie di microinterventi formativi per incoraggiare la cultura cooperativistica, partendo da una intensificazione della coltivazione di alberi di ulivo per la produzione di olio di qualita'da parte delle singole famiglie della regione. Al termine della conferenza stampa i rappresentanti degli enti promotori ed attuatori del Progetto olivicoltura¡±sottoscriveranno un protocollo di intesa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!