Bando: il micro-credito per le aree umide

Emanato un bando per le aree umide nell’ambito del P.I.C. Interreg IIIA : Italia – Albania

Nell’ambito del P.I.C. INTERREG IIIA : ITALIA – ALBANIA Progetto AM.JO.WE.L.S., il Microcredito per le Aree umide intende favorire la creazione di attività di lavoro autonomo e di microimpresa.

Nell’ambito del P.I.C. INTERREG IIIA : ITALIA – ALBANIA Progetto AM.JO.WE.L.S., il Microcredito per le Aree umide intende favorire la creazione di attività di lavoro autonomo e di microimpresa, mediante: l' erogazione di risorse finanziarie a fondo perduto; la realizzazione di servizi reali: formazione ed assistenza tecnica per la predisposizione dei business plan. Il progetto Adriatico Meridionale & Jonio Wet Lands System (AM.JO.WE.L.S.) è stato finanziato nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria INTERREG IIIA Italia – Albania, ASSE II – Ambiente e sanità Misura 2.1 – Tutela e valorizzazione ambientale, Azione 2 – Azioni di valorizzazioni di Aree Umide di particolare valore ambientale con allestimento ed implementazione di modelli e strumenti di gestione delle risorse ambientali, scambi di esperienza, collegamenti in rete. Partner nell’iniziativa sono le Province di Bari, Brindisi (capofila) e Lecce, i Comuni di Brindisi, Carovigno, Lecce, Nardò, Ostuni e Vernole, il Consorzio di gestione di Torre Guaceto, l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari e l’Università degli Studi di Lecce. Partner albanesi sono il Ministero dell’Ambiente, le Regioni di Valona e Durazzo, il Comune di Saranda, l’Agenzia di Sviluppo Teuleda di Scutari, l’Istituto di Ricerca Biologica – Accademia delle Scienze dell’Albania di Tirana – l’Università degli Studi di Tirana e l’Orto Botanico di Tirana. Il progetto AM.JO.WE.L.S. si prefigge la tutela e la valorizzazione delle zone umide costiere apulo-albanesi, mediante: a) l’implementazione di modelli e strumenti di analisi e monitoraggio; b) la riqualificazione di tali aree attraverso interventi strutturali di recupero, valorizzazione e fruizione; c) azioni di interscambio finalizzate alla elaborazione ed alla condivisione di modelli gestionali sostenibili. “I siti pugliesi che rientrano nell’iniziativa – afferma l'Ass. provinciale con delega alle Politiche comunitarie Cosimo Durante – sono: Lido Morelli – Litorale Brindisino (Ostuni e Fasano), Torre Guaceto (Carovigno e Brindisi), Saline di Punta della Contessa (Brindisi), Rauccio (Lecce), Le Cesine (Vernole) e Palude del Capitano (Nardò) e le aree albanesi di: laguna di Butrint (vicino Valona), Laguna Rushkull (vicino Durazzo), laguna di Patok (area Scutari). E’ finanziabile l’avvio o lo sviluppo di attività nei seguenti settori: servizi alle imprese; tutela ambientale; fruizione dei beni ambientali al pubblico;servizi al turismo; servizi al territorio;attività legate all'agroindustria. Le attività dovranno essere compatibili con le norme costitutive delle rispettive aree parco o S.I.C.(Sito di InteresseComunitario) e, laddove necessario, sarà chiesta la Valutazione di Incidenza favorevole. Il bando completo è disponibile sui siti ufficiali delle Provincie di Lecce e Brindisi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!