Lavori per il Carnevale di Gallipoli

Da quest'anno parte la Lotteria Nazionale

Da quest'anno il Carnevale di Gallipoli è stato inserito nella Lotteria Nazionale. Un evento importante per la crescita e lo sviluppo dell’immagine della città

L’inserimento del Carnevale nel prestigioso circuito delle Lotterie Nazionali è considerato da Giuseppe Venneri, sindaco di Gallipoli, come un successo del costante impegno della propria amministrazione comunale. “Nel 2003, – sostiene Venneri – ha ottenuto per la prima volta in assoluto lo storico ingresso a vantaggio della città di Gallipoli ed è riuscita a introdurre per gli anni successivi il principio dell’alternanza, grazie all’impegno nella Commissione Finanze del senatore Giorgio Costa, che è risultato decisivo per fare in modo che Gallipoli possa fregiarsi di questo ambito riconoscimento una volta ogni due anni”. È la prima volta che si raggiunge un risultato del genere in merito alla valorizzazione del Carnevale di Gallipoli che ormai è diventato uno dei più importanti nel territorio salentino. “Un risultato che non è meramente onorifico – continua il sindaco – ma che ha garantito e garantirà ad anni alterni un importante ritorno economico proprio per il nostro Carnevale, come ben sanno i valenti maestri cartapestai”. In questi giorni il Comune ha erogato ben 37mila euro all’Associazione del Carnevale proprio per valutare ancora di più l’ingresso dell’evento alla Lotteria Nazionale. “L’ennesima dimostrazione che l’onda positiva del buon governo – conclude Giuseppe Venneri – fatto di risultati concreti ed impegno serio, continua a garantire effetti benefici anche ben oltre il termine della propria esperienza amministrativa”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!