Il Comune di Lecce dibatte sui lavori in via vecchia Frigole

Il Centro Moderato invita a rivedere la situazione

Wojtek Pankiewicz, consigliere del Centro moderato al Comune di Lecce, si esprime in merito alla disapprovazione in Commissione Urbanistica sui lavori da effettuare in via Vecchia Frigole

di Wojtek Pankiewicz* “Questa mattina, in Commissione Urbanistica non è stata approvata la proposta di deliberazione dell'Amministrazione sulla zona artigianale in via Vecchia Frigole (comparto 55). Si sono avuti, infatti, tre voti a favore, tre contro e quattro assenti. Ho proposto, nel dichiararmi contrario all'attuale progetto, di riconsiderare profondamente in Consiglio Comunale l'intera questione, in quanto al Centro Moderato, che io rappresento, sta a cuore la salute e la serenità delle quattrocento famiglie residenti nella zona. E' vero che il vigente Piano Regolatore Generale prevede una zona artigianale su una vastissima area lungo la via Vecchia Frigole, ma è anche vero che tale previsione risale al lontano 1980 e che nel corso degli anni successivi sono sorti, con regolari autorizzazioni rilasciate dall'Amministrazione comunale diversi complessi edilizi, per cui l'area ha definitivamente perso l'originaria connotazione periferica, divenendo area residenziale. Per di più, all'interno di quest'area insiste un'ampia zona verde nella quale sono ubicati impianti sportivi molti utilizzati, il CONI e l'impianto sportivo militare e moltissimi podisti sono soliti abbinare il percorso interno agli impianti con altro percorso esterno lungo la via Vecchia Frigole. E' facile immaginare che le numerosissime attività artigianali che sarebbero realizzate all'interno di alcune decine di capannoni di cemento determinerebbero un alto tasso di inquinamento sia acustico che atmosferico, anche in ragione di un inevitabile incremento del traffico pesante. Poiché la proposta progettuale presentata non è coerente con l'attuale stato dei luoghi e con l'attuale vocazione residenziale di quel territorio, ho chiesto in Commissione che l'intera questione venga riconsiderata in Consiglio comunale”. *Consigliere del Centro moderato al Comune di Lecce

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!