In memoria di Renata Fonte

Lettera a Maria Luisa Toto, presidentessa dell’associazione “Donne insieme Renata Fonte” Onlus

L’associazione ideale Osservatorio, portavoce Beniamino Piemontese, ha deciso di assegnare un premio alla memoria a Renata Fonte, uccisa dalla mafia il 31 marzo del 1984. In occasione della cerimonia di premiazione, verranno assegnati altri premi a personalità ed associazioni che si sono impegnati nel nome della Fonte

Nella ricorrenza del 23° anniversario della tragica scomparsa di Renata Fonte, uccisa dalla mafia la notte di sabato 31 marzo 1984, l’Osservatorio intende onorarne il ricordo con il conferimento del Premio Internazionale Torre di Belloluogo “alla memoria”. L'Osservatorio intende conferire il Premio Internazionale Torre di Belloluogo anche ai Familiari della compianta Renata Fonte, in particolare a Viviana Matrangola, componente dell’Ufficio di Presidenza dell’associazione “Libera”, per il loro impegno civile, personale, culturale e sociale per mantenere e tutelare il nome e la figura della loro madre. La cerimonia di premiazione sarà ospitata a breve presso il Comune di Gagliano del Capo che ha accolto la proposta dell’Osservatorio di rendere omaggio alla memoria di Maria Monteduro, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Gagliano del Capo, trucidata la notte del 24 aprile del 1999, ed insignita nello stesso anno di Medaglia d’oro al merito civile della Repubblica Italiana, alla cui memoria è stato già annunciato il conferimento dello stesso “Premio Internazionale Torre di Belloluogo”. Uguale riconoscimento verrà attribuito ai familiari della compianta Maria Monteduro ed al Comune di Gagliano del Capo, insieme ad altre autorità e personalità. Inoltre, tale riconoscimento andrà assegnato anche a don Luigi Ciotti, presidente dell’associazione “Libera”. Nella stessa cerimonia, sarà conferito il “Premio Internazionale Torre di Belloluogo” anche all’associazione Donne Insieme “Renata Fonte”, nella persona della sua presidentessa, Maria Luisa Toto; ed, inoltre, ai giornalisti Carlo Bollino, già corrispondente de “ La Gazzetta del Mezzogiorno ” ed ora inviato dell’agenzia Ansa ed a Lino De Matteis, caporedattore del “Nuovo Quotidiano di Puglia”, per le inchieste giornalistiche ed i libri pubblicati sull’efferato assassinio della Fonte. Il “Premio Internazionale Torre di Belloluogo” sarà offerto nella cerimonia di premiazione che si svolgerà col patrocinio del Comune di Gagliano del Capo, stante la delibera n. 170 della giunta Comunale di Gagliano del Capo, Prot. n° 51 del 03/01/2007, pubblicata sul sito internet dell'Osservatorio: www.torredibelloluogo.com/gagliano_del_capo.htm. Beniamino Piemontese, portavoce associazione Osservatorio

Leave a Comment