Contro lo sfruttamento sessuale

Presente Alberto Maritati, sottosegretario alla Giustizia

Fare rete tra magistrati e forze dell’ordine contro lo sfruttamento sessuale. A questo scopo sarà oggi presentato a Galatina il progetto Enat (European network against trafficking), di cui la Provincia è soggetto responsabile

Si terrà oggi (ore 10) presso la sala convegni della Fiera di Galatina, la conferenza stampa di presentazione del progetto Enat 2, (European Network Against Trafficking), recentemente approvato dalla competente Commissione Europea e di cui la Provincia di Lecce è soggetto responsabile. Il progetto si prefigge di consolidare e promuovere la cooperazione tra magistrati e forze dell’ordine che operano nel settore del contrasto al trafficking a scopo di sfruttamento sessuale, oltre che tra organismi pubblici e privati di assistenza alle vittime e tutela dei diritti. Per questo l’iniziativa di presentazione si svolge nella cornice della “Security Expo (Esposizione Euromediterranea per la Sicurezza Pubblica e la Difesa), organizzata dallo I.E.M.S.(Istituto Europeo e Mediterraneo per la Sicurezza), in collaborazione con la Provincia di Lecce, che ha aperto i battenti mercoledì. Interverranno all’incontro Cosimo Durante, assessore allo Sviluppo Locale e Politiche comunitarie, Loredana Capone, vicepresidente della Provincia e assessore provinciale alla Sicurezza e Qualità Sociale, Carmelo Calamia, dirigente del Servizio Sviluppo Locale e Politiche comunitarie della Provincia di Lecce e direttore del progetto ed Ines Rielli, responsabile delle sue attuazioni. E’ inoltre prevista la presenza di Alberto Maritati, sottosegretario alla Giustizia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!