Matino. Badante o ladra

Presunta truffa ai danni di due anziani

Accudiva una coppia di anziani, dei quali amministrava anche le finanze. E' stata trovata in possesso di 241mila e di un appartamento. Si indaga per scoprire se siano stati semplici regali o se la donna se li sia procurati raggirando la coppia

Matino è divisa in due, tra chi le crede e chi no. Nell’occhio del ciclone, la badante Antonietta Buico, 58 anni, originaria di Canosa di Puglia ma residente a Matino. La donna risponde di circonvenzione di incapace e di appropriazione indebita nell’inchiesta chiusa nei giorni scorsi dal pubblico ministero Maria Cristina Rizzo. La Buico sostiene di non aver mai toccato un centesimo dei coniugi Agostino Basta e Donata Marsano, presso i quali prestava servizio. Ma è accusata di aver raggirato la coppia con la promessa di assisterla vita natural durante. Tanto sarebbe stato sufficiente per farle tenere in custodia i documenti, darle delega per riscuotere la pensione e farsi regalare la casa con atto notarile sottoscritto a marzo di due anni fa. L’accusa sostiene che la donna avrebbe convinto gli anziani a contestarle un deposito di 35mila euro e far trasferire sul suo conto corrente un totale di 206mila euro. Questa, una volta entrata in possesso dei beni dei due, avrebbe versato loro solo 50 o 100 euro al mese.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!