Gallipoli. Pesca ferma

Problema mucillagine

La soluzione allo stop della pesca potrebbe essere una violenta mareggiata. I pescatori in crisi l’aspettano e intanto sperano che vengano attivate le procedure perché venga dichiarato lo stato di calamità

Non sanno più che cosa fare i pescatori di Gallipoli ma anche dell’intero tratto di costa che va da Santa Maria di Leuca a Campo Marino. Da giorni non si pesca. E anzi non si esce nemmeno più in mare, perché, come spiegano, non conviene. Le barche sono ferme, i pescherecci a terra. Causa di tutto, la mucillagine che di giorno in giorno aumenta creando danni seri intanto ai pescatori e poi all’intera economia della cittadina ionica. Pesce non se ne trova. Fango, invece, se ne pesca in grandi quantità. I pescatori si incontrano e si scambiano i racconti delle proprie situazioni, cercano insieme una soluzione che non riescono a trovare. Forse una mareggiata di quelle violente potrebbe allontanare la mucillagine e dunque riportare la serenità. E intanto si spera che chi di dovere, così come spiegato dal sindaco Vincenzo Barba, si interessi per attivare le pratiche e dichiarare lo stato di calamità naturale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!