Pellegrino: “Ecco i documenti”

Continua il duello Pellegrino-Fitto sul conflitto di interessi

Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia di Lecce, ha depositato in Procura tutta la documentazione relativa al conflitto di interessi. E si dice disponibile ad un incontro pubblico con Raffaele Fitto per chiarire tutti i punti di cui è accusato

Pellegrino torna in Procura. E lascia una lunga dichiarazione e 31 documenti sul conflitto di interessi, dove si parla di rifiuti, di parchi naturali, di centro commerciale di Galatina e tanto altro. Dimostra, insomma, di non aver paura di indagini e accertamenti. Ieri mattina Massimo Manara, portavoce di Pellegrino, infatti, è stato nuovamente a Palazzo di giustizia dove ha lasciato una busta piena di carte e documentazioni varie. E poi alle ore 12, ancora Manera si è presentato con una nota scritta dal presidente della Provincia e l’ha letta davanti a microfoni e telecamere: “Ho depositato dal 5 febbraio – si legge nella nota – presso la Procura della Repubblica di Lecce, una richiesta di approfondimento e su tali temi ho ritenuto opportuno depositare un’ulteriore documentazione corredata da una memoria illustrativa. Se, tuttavia – continua -, l’onorevole Fitto ritiene più utile alla comprensione del problema un confronto pubblico sui temi sin qui sollevati, dichiaro la mia disponibilità”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!