Gal Terra d'Arneo III missione in Siria

Nuova missione in Siria per il Gal di Terra d'Arneo

È partita lunedì 22 gennaio scorso e prosegue sino ai primi giorni di questo mese la terza missione in Siria del Gal Terra d'Arneo, che si snoda tra Damasco e Aleppo, con l’obiettivo di perfezionare e consolidare le relazioni operative finalizzate all’attuazione del progetto di cooperazione transnazionale LeaderMed.

È partita lunedì 22 gennaio scorso e prosegue sino ai primi giorni di questo mese la terza missione in Siria del Gal Terra d'Arneo, che si snoda tra Damasco e Aleppo, con l’obiettivo di perfezionare e consolidare le relazioni operative finalizzate all’attuazione del progetto di cooperazione transnazionale LeaderMed. Dopo le missioni di maggio e settembre 2006, nelle quali sono stati avviati i contatti operativi e verificate le potenzialità del territorio di Ebla, con questa nuova missione si entra nella fase più delicata del progetto ambizioso del gruppo di aziene locale Terra d'Arneo. Gli incontri in corso di svolgimento vertono essenzialmente sulla definizione di un piano di lavoro che vedrà protagonista il GAL in un' azione di accompagnamento per la costituzione e l’avvio, nei territori interessati, di una agenzia di sviluppo locale e in un' azione dimostrativa finalizzata alla creazione di un itinerario che valorizzi in forma integrata tutte le risorse locali. Studio Stea Via Lupo 22 Casarano www.studioagronomicostea.com (nuova veste grafica)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!