Claudio De Prezzo inaugura il nuovo opificio

Inaugurazione nuovo opificio della Claudio De Prezzo Mode s.r.l sabato 11 novembre

C’è un tessile salentino che non si arrende alla crisi, che accetta le sfide del nuovo mercato globalizzato, la sfida della qualità e dell’innovazione. E’ questa la filosofia della Claudio De Prezzo Mode srl che sabato 11 novembre inaugurerà il nuovo opificio

C’è un tessile salentino che non si arrende alla crisi, che accetta le sfide del mondo globalizzato, la sfida della qualità e dell’innovazione, e che rilancia sul versante dell’apertura di nuovi mercati e sulla creazione di nuovi prodotti di fascia medio alta, sull’internazionalizzazione, sulla crescita. E’ questa la filosofia della Claudio De Prezzo Mode srl che sabato prossimo 11 novembre, alle 11, aprirà le porte del nuovo elegantissimo opificio sulla provinciale Alezio-Taviano-Sannicola, riannodando le trame di una antica storia industriale avviatasi alla fine dell’ottocento e proseguita fino ad oggi, determinata a portare nel mondo il brand Salento. Non solo con le produzioni di accessori di qualità (dal disegno al capo finito) che ormai lega il marchio De Prezzo Mode a quello dei più importanti gruppi mondiali della moda, ma anche con un marchio proprio, al momento top secret, per una linea di abbigliamento total look (capi spalla, pantaloni, gonne, maglieria, camiceria, ecc.) che l’azienda intende lanciare al più presto e che punta a recuperare l’esperienza e il know how maturati nel campo degli accessori. Gli stessi che hanno reso la De Prezzo nel tempo vero e proprio partner delle aziende per cui produce lungo la formula del commercializzato verticalizzato. Total look dal profilo precisissimo: “I prodotti che intendiamo realizzare – afferma proprio Claudio De Prezzo – saranno esclusivamente di fascia medio alta. Anche casual, street wear, dove però il denim non sia il protagonista della collezione, ma un complemento. Immaginiamo tessuti nobili, preziosi, sete, lini, cotoni, cachemire”. Realizzato grazie ad un progetto approvato nel 2000 e finanziato da Sviluppo Italia, il nuovo opificio immaginato dallo Studio Sau di Lecce, che presenta soluzioni in acciaio e cristallo estremamente affascinanti, copre diverse centinaia di metri quadri circondati da un uliveto, riunisce tutti i settori produttivi che caratterizzeranno la De Prezzo Mode, a regime potrà ospitare le 42 unità produttive previste dall’investimento, e nel progetto architettonico ha avuto a cuore di porre come centrale il benessere dei lavoratori occupati grazie anche in questo caso a delle soluzioni fortemente innovative. Alla cerimonia di inaugurazione parteciperanno Sandro Frisullo, vicepresidente della Regione Puglia, Sergio Bidetti, presidente del Consiglio provinciale, Cosimo Durante e Carmine Caputo, entrambi assessori provinciali, Luigi Vaglio, sindaco di Galatone, Giuseppe Nocera primo cittadino di Sannicola, Remigio Venuti amministratore della città di Casarano, Antonio De Vito, direttore di Sviluppo Italia, Luigi Sansò, presidente dell’Azienda speciale servizi alle imprese, Alfredo Prete, presidente della Camera di commercio ed infine Don Grazio Cagnazzo, parroco di San Simone, che benedirà la nuova struttura.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!