Serata finale per “Le parole della memoria”

Assegnati i premi della rassegna teatrale

Si è conclusa lunedì 18 settembre la stagione teatrale “Le parole della Memoria” con una serata all’insegna della musica, della poesia, della danza e della degustazione di prodotti tipici

Lunedì 18 settembre presso l’atrio di Palazzo dei Celestini, si è svolta la serata finale di premiazione della rassegna teatrale “Le Parole della memoria” 2005/2006 organizzata dal Centro studi “Protopapa” in collaborazione con la Provincia di Lecce. Nel corso della serata sono stati rappresentati i canti della “Passione” che Pellegrino Antimino porta in scena da anni nel territorio della Grecìa salentina con grande successo. Dopo la proiezione di brevi estratti delle commedie della stagione 2005/2006, al pubblico è stata offerta una cena “virtuale”: attori scelti salentini, infatti, hanno letto alcune poesie dedicate ai piatti tipici della tradizione salentina. Con l’esordio della prima edizione de “La Memoria dei Sapori”, inoltre, alcune aziende salentine del settore agroalimentare hanno offerto una degustazione dei propri prodotti a tutti gli invitati. Infine, è stato presentato il libro “La Memoria dei Sapori” edito da Grifo Editore. Prima di far salire i protagonisti della stagione teatrale per ritirare i premi si sono esibite le ballerine della “TarantaPower” dirette da Simona Mosticchio, maestra e coreografa, su musiche di Eugenio Bennato e TarantaPower. Tra i premi assegnati, quello a Cosimo D’Amone per la ricerca storica, ad Anna De Bartolomeo come miglior attrice protagonista e ad Anita Leggio come miglior regista.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!