Un viaggio video-musicale cha parte da Corsano: Fumo

Giovedì 31 agosto a Corsano, presso l’anfiteatro comunale, alle ore 21.00, l’amministrazione comunale, insieme alla Prometeo Video di Silene Mosticchio, organizza una serata all’insegna del cinema e della Musica.

Fumo segna il debutto alla regia di Ippolito Chiarello, attore di cinema e teatro, che è anche autore della sceneggiatura di questo cortometraggio, insieme a Tommaso Didimo

In programma la proiezione del cortometraggio “FUMO” (recentemente vincitore a Cortopotere-Bergamo del Premio della Direzione Artistica), scritto e diretto da Ippolito Chiarello. Nella stessa serata verranno proiettati il backstage del corto e il videoclip tratto dalla stessa storia. Una conversazione intorno al corto e ai temi trattati: la memoria, il tabacco, la musica, il rapporto con il presente. Interverranno gli Psycho Sun, protagonisti del corto e gli altri attori, assieme ai componenti della troupe. Sarà l’occasione per parlare anche del progetto del lungometraggio ispirato alla storia di “Fumo”, attualmente in lavorazione e che vedrà la luce nei prossimi due anni. A cura degli Psycho Sun poi gli interventi musicali e un dj set finale sulle immagini del film muto “I diavoli Fumo è stato girato nell’ottobre 2004 nel Salento (tra Corsano e Ginosa). Il lavoro è prodotto da Silene Mosticchio per la Prometeo Video, con il sostegno della Italgest e con il patrocinio dei Comuni di Ginosa, Corsano e Tricase. Interpreti principali sono i musicisti del gruppo salentino Psycho Sun (Stefano Todisco, Cesare Liaci, Antonio De Blasi ed Osvaldo Piliego), che firmano anche le musiche del corto. La storia si svolge ai giorni nostri ma il suo doppio percorso allude continuamente ad un passato che, sebbene recente, è già sbiadito nella memoria collettiva. Rievocare il passato attraverso lo stesso percorso di viaggio, che le famiglie facevano negli anni ’70 per andare a coltivare il tabacco nel tarantino in piccole masserie villaggio, e in particolare nella masseria di Ginosa, e la musica scassata dei quattro protagonisti. Le famiglie andavano a coltivare il tabacco nei mesi estivi, gli Psycho Sun “fumano quel tabacco e producono musica”. “Siamo sempre figlie dei nostri padri, nipoti dei nostri nonni e quando troviamo in un vecchio baule in cantine o nel cortile di una masseria diroccata le loro tracce concrete o immaginari, delle loro vite, ci coglie un tuffo al cuore. Ci riconosciamo in loro, in una parte di loro, in brandelli della loro vita o forse invece vogliamo seguirne le tracce per capire meglio chi erano annusare l’odore di quel tempo e insieme capire qualcosa di più di noi stessi. Quello che vedono, sognano, sentono, percepiscono gli Psycho Sun è l’ombra del passato, che all’inizio non capiscono e da cui sembrano ormai perdutamente sradicati, ma che poi li fa sentire figli o nipoti di Fiore e Rosa”. La musica ed il tabacco sono due fili che in qualche modo li mettono in contatto, li avvicinano; il passato e il presente si scrutano, si rincorrono e per fortuna si incontrano. Poi bisogna continuare il proprio viaggio senza dimenticare mai di guardarsi indietro e ogni tanto accennare un saluto a chi ci ha preceduto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!