Sì alla pace, ma senza retorica

Adriana Poli Bortone, sindaco di Lecce, aderisce alla manifestazione per la pace di Assisi auspicando maggiore coerenza per il nostro Paese

Il primo cittadino di Lecce: “Occorre, tuttavia, che manifestazioni di questo tipo non siano astratte o di semplice testimonianza, e soprattutto non siano retoriche”

Adriana Poli Bortone, sindaco di Lecce, sostiene le ragioni ed i significati della manifestazione nazionale per la pace in Medio Oriente, promossa per sabato 26 agosto ad Assisi dal Coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani e dalla Tavola della pace. «Sostenere con forza ed in maniera continua le ragioni della pace nel mondo è un impegno di tutti noi – sottolinea il primo cittadino – per questo aderiamo all’iniziativa di Assisi. Occorre, tuttavia, che manifestazioni di questo tipo, da un lato, non siano astratte o di semplice testimonianza, e soprattutto, per altro verso, non siano retoriche. Qualcuno – continua il sindaco Adriana Poli Bortone – vi partecipa e poi assume decisioni contrarie nello spirito e nei significati, visto che con la missione in Libano l’Italia, di fatto, resta un paese impegnato ancora in operazioni di guerra. In altre sedi, insomma, ci si comporta in maniera diversa con preoccupante disinvoltura».

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!