Ali per Paola e Daniela

Una piazza in memoria della tragedia di un anno fa

Casarano lancia il suo messaggio di speranza per un mondo di pace, intitolando la piazza antistante la chiesa di Casaranello alle due ragazze cadute vittime del terrorismo a Sharm el Sheik

Sharm-el-Sheik, 23 luglio 2005. Un’autobomba spazza via le speranze e i sogni di Daniela e Paola Bastianutti. Le due giovani casaranesi, in vacanza nella nota località turistica egiziana, sono tra le vittime di una serie di attentati terroristici che ferisce non solo la famiglia Bastianutti, ma l’intera comunità casaranese e salentina. Casarano, 23 luglio 2006. Il messaggio di speranza per un mondo di pace parte dalla città che ha generato le due ragazze e lo materializza in una piazza-giardino, intitolata alle ragazze, vittime innocenti del terrorismo. Un vero monumento alla Pace. Claudio e Laura Bastianutti, i genitori delle ragazze, hanno pregato nella vicina chiesa di S. Maria della Croce prima dell’apertura della cerimonia. Il primo atto è stato la scoperta della targa, con l’intestazione ufficiale della piazza, posta alla destra della chiesa. E’ toccato al sindaco, Remigio Venuti, tirare il nastro tricolore che ha innescato il rito. Il cerimoniale ha previsto poi l’inaugurazione dell’opera “Le due Ali” dell’artista giapponese Hidetoshi Nagasawa. Il grande lenzuolo bianco che copriva la scultura è stato tirato contemporaneamente dal presidente della Regione, Niki Vendola; dal presidente della Provincia, Giovanni Pellegrino; da Paride ed Elvira De Masi. La scoperta della scultura è stata accolta con commozione dai tanti cittadini presenti. Molti di essi si sono chinati verso la targa, posta alla base dell’opera, baciandola come se fosse un sepolcro. I genitori delle ragazze, sempre accompagnati da Stefano Mastrobisi, il fidanzato di Paola, e gli altri familiari si sono soffermati a lungo di fronte alle ali di Nagasawa. Dopo la benedizione della piazza, è stata la volta degli interventi. Il sindaco Venuti ha ricordato i giorni di lutto di un anno fa e la risposta di grande partecipazione della città. Ha ricordato che proprio in quei giorni maturò l’idea di dedicare un luogo per la memoria di Daniela e Paola. Come spesso accade, l’intervento di Vendola ha commosso i numerosi presenti alla cerimonia. Il presidente della Regione ha sottolineato come il terrorismo “è entrato nelle case di ognuno di noi”. “Voglio fare un omaggio a Claudio e a Laura – ha aggiunto Vendola – perché il grande dolore poteva farli chiudere in se stessi, invece hanno di usare quel dolore mettendosi a disposizione di tanti figli che non conoscono neppure. A Casarano – ha concluso il presidente – la morte non ha sconfitto la vita. Da qui, mandiamo a dire che è la vita che ha sconfitto la morte”. I genitori, alla fine, con un messaggio letto dal nipote Vincenzo Marrella, hanno voluto ringraziare tutti coloro che sono stati vicini e si sono messi a disposizione affinché il loro progetto, la “Fondazione Paola e Daniela onlus”, venga realizzato. Ieri, infatti, è stata pure posata la “prima pietra” nei locali dell’ex Lazzaretto dove sorgerà la casa di accoglienza diurna per dieci minori.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!