Il Premio Stella alla Provincia di Lecce

A Rimini la cerimonia di premiazione

La Provincia di Lecce riceverà il prestigioso riconoscimento per le attività svolte in ambito comunitario ed internazionale

L'Ufficio “Europa” della Provincia di Lecce riceverà il prestigioso Premio “Stella d'Europa”, in occasione del Salone delle Autonomie Locali – Europa 2006, in programma a Rimini dal 14 al 17 giugno prossimi. La notizia è stata comunicata a Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia di Lecce, da Piero Antonelli, presidente dell'Unione delle Province d'Italia. Il premio “Stella d'Europa” è finalizzato a dare visibilità alle attività svolte dalle Province in ambito comunitario ed internazionale e ad animare gli enti locali stimolando la cooperazione e lo scambio di buone prassi tra amministrazioni provinciali al fine di promuovere la crescita dell'intero sistema. L'attività progettuale presa in esame per redigere la graduatoria finale del premio è quella relativa al periodo gennaio 2003/agosto 2005, e riguarda esclusivamente i programmi finanziati dalla Commissione Europea. “Stella d'Europa” si colloca come evento conclusivo nell'ambito del progetto di ricerca “Sostegno alla Qualificazione degli Assetti Organizzativi e Tecnico-Professionali degli Uffici Europa delle Province”, finanziato dal Dipartimento della Funzione Pubblica all'UPI ed attuato dall'associazione Tecla. Nel corso della manifestazione saranno presentati i risultati della ricerca e verrà distribuita la pubblicazione finale del progetto che ha coinvolto nell'analisi degli assetti organizzativi e delle strategie internazionali degli enti locali 50 Province, con una distribuzione omogenea tra le varie aree del Paese.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!