Novoli: arde il fuoco di S. Antonio

I giorni del fuoco di Novoli, appuntamento per appuntamento

Celebrazioni eucaristiche, convegni e dibattiti su musica e religione, fino alla tradizionale “focara” che brucia in onore di S. Antonio Abate. Così Novoli festeggia il suo santo patrono

La “focara” è tradizionalmente il simbolo di Novoli. E' un'enorme falò di tralci di vite secchi che vengono lavorati e messi insieme con tecniche antichissime, che si tramandano di padre in figlio. Il risultato è una pira di 18/20 metri di diametro e 20/22 metri di altezza, che non ha pari almeno in Italia e nel bacino del Mediterraneo. La focara viene accesa la sera del 16 gennaio con uno spettacolo di fuochi pirotecnici, e rappresenta il punto di riferimento per gli eventi e le manifestazioni, che durano fino a notte inoltrata. L'accensione della”focara” è il momento culminante della festa e la piazza che la ospita, piazza Tito Schipa, conta la presenza di almeno 50.000 persone. La “focara” rimanda al fuoco, al quale S.Antonio Abate è inscindibilmente legato, secondo riti e tradizioni ancestrali e di anno in anno i costruttori della “focara” si impegnano a variarne la forma, dotandola a volte di un varco centrale, “la galleria”, che poi è attraversata dal santo in processione. E' formata da almeno 90000 fascine, e il lavoro inizia già a metà dicembre. Anche se l’accensione ufficiale della focaia è il 16 gennaio, tutti i giorni dall’1 al 18 sono dedicati a S. Antonio Abate, patrono di Novoli. Il programma degli appuntamenti prevede festeggiamenti religiosi e civili; organizzati gli uni dalla parrocchia Sant’Antonio Abate (arrivo delle sacre reliquie del taumaturgo direttamente da Arles, novena di preparazione), gli altri (i tradizionali riti nei giorni di festa) dal comitato Feste Patronali e dal protocollo d’intesa, sottoscritto lo scorso dicembre tra Comune di Novoli, Provincia di Lecce, Regione Puglia, comitato Feste Patronali di Novoli, Pro Loco di Novoli, Università degli Studi di Lecce, Unione dei .Comuni del Nord Salento. Ecco il programma ufficiale, ricchissimo di appuntamenti, religiosi e civili. Cono iniziative per tutti i gusti. Perché l’importante è esserci ed onorare il santo patrono della città. Domenica 1 gennaio 2006 Ore 18.00: celebrazione eucaristica presieduta da Cosmo Francesco Ruppi, arcivescovo metropolita di Lecce, nella parrocchia di Sant’Antonio Abate per l’inizio dell’adorazione eucaristica permanente nella cappella delle Suore Antoniane. Al Termine intronizzazione del simulacro del santo. 3-4-5 gennaio 2006 Triduo di preparazione con adorazione eucaristica permanente presso la cappella delle Suore Antoniane. Ogni sera un parroco e un padre passionista celebrano la messa e riflettono sul tema dell’eucaristia. Venerdì 6 gennaio 2006 Ore 15.30: arrivo delle reliquie del santo. Saluto delle autorità religiose e civili. Ore 16.00: corteo processionale con le reliquie. Ore 17.30: concelebrazione eucaristica presieduta da Cosmo Francesco Ruppi con il clero della città. Sabato 7 gennaio 2006 Ore 7.30: messa nella parrocchia di S. Andrea Apostolo. In mattinata visita dell’arcivescovo agli ammalati della parrocchia di S. Andrea Apostolo. Ore 7.30: fragorosa salve in memoria dei coniugi Luigi Damiano e Mimina Parlangeli da Novoli. Ore 18.30: presso la Parrocchia di Sant’Antonio Abate, messa di inizio novena predicata da padre Tonino Curto, padre provinciale dei Padri Passionisti. Ore 20.00: incontro di preghiera con i giovani nella chiesa di Sant’Andrea Apostolo. Domenica 8 gennaio 2006 Ore 8.30: messa nella parrocchia Sant’Andrea Apostolo. Corteo processionale con le sacre reliquie del santo per la parrocchia “Madonna del Pane”. Ore 10.00: celebrazione eucaristica Ore 17.00: canto del vespro. Corteo processionale delle reliquie del santo per la parrocchia di Sant’Antonio Abate. Ore 18.00: celebrazione eucaristica. Al termine intronizzazione delle reliquie del santo. Lunedì 9 gennaio 2006 Ore 7.30: messa nella parrocchia di Sant’Antonio Abate. In mattinata visita del vescovo agli ammalati della parrocchia della Madonna del Pane. Ore 18.00: celebrazione eucaristica Ore 19.00:presso i locali adiacenti la società operaia, in piazza Regina Margherita, inaugurazione della mostra “Gesto e devozione: Itinerari intorno a S. Antonio Abate e i santi dell’età barocca”, curata dal Antonio Cassiano, direttore del museo provinciale “Sigismondo Castromediano”. La mostra rimarrà aperta fino al 18 gennaio con orario dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30. Ore 19.30: incontro con le famiglie nella parrocchia di Sant’Antonio Abate Martedì 10 gennaio 2006 Ore 7.30: messa nella parrocchia di Sant’Antonio Abate Ore 10.00: incontro di Cosmo Francesco Ruppi con gli alunni delle scuole novolesi Ore 16.00: celebrazione eucaristica e unzione degli ammalati. Ore 18.00: celebrazione eucaristica Ore 18.00: presso Palazzo Baronale, in piazza Regina Margherita, inaugurazione di “Novoli ARTE”, la rassegna nazionale di arte contemporanea. La presentazione della mostra è a cura di Corrado Lorenzo, direttore della Pinacoteca comunale, Oscar Marzo Vetrugno, sindaco di Novoli, Maria Giovanna De Mitri, assessore al Marketing Territoriale di Novoli. Interverranno all’inaugurazione Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia, Sandra Antonica, ssessore alla Cultura della Provincia di Lecce, Giacinto Leone, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Lecce, Cosimo Valzano, presidente dell’Unione dei Comuni Nord Salento, Toti Carpentieri critico d’arte. La mostra rimarrà aperta dal 10 gennaio al 10 febbraio 2006. Ore 19.00: Incontro con tutti gli operatori pastorali, movimenti religiosi, associazioni nella parrocchia di Sant’Antonio Abate. Mercoledì 11 gennaio 2006 Ore 7.30: messa nella parrocchia di Sant’Antonio Abate. Ore 18.00: celebrazione eucaristica Ore 19.00: incontro con il mondo del lavoro (associazioni, circoli, comitati) nella parrocchiadi Sant’Antonio Abate. Giovedi’ 12 gennaio 2006 Ore 7.30: messa nella parrocchia di Sant’Antonio Abate Ore 9.00: celebrazione eucaristica per tutti i caduti in guerra. Ore 16.00: incontro di preghiera con tutti i consacrati. Ore 17.00: presso la Saletta della Cultura di via Matilde 7, conferenza sul Turismo Religioso. All’incontro interverranno Oscar Marzo Vetrugno, sindaco di Novoli, Maria Giovanna De Mitri, assessore al Marketing Territoriale di Novoli, Cosimo Valzano, presidente dell’Unione dei Comuni Nord Salento, Maria Rosaria Manieri, assessore provinciale al Marketing Territoriale e alle Politiche per il Turismo. Introdurranno i lavori Antonio Rizzo, dirigente del Servizio “Turismo e Marketing Territoriale” della Provincia di Lecce, Antonio Cassiano, dirigente del Servizio “Attività Culturali e Sistemi Museali” della Provincia di Lecce. Al convegno interverranno i relatori Benedetto Vetere, ordinario di Storia Medievale presso l’Università degli Studi di Lecce, che tratterà di “Percorsi religiosi e comunicazione”, e Franco Cardini, ordinario di Storia Medievale all’Università di Firenze che discuterà di “Turismo religioso: presupposti storici e realtà attuale” Ore 18.00: celebrazione eucaristica Ore 19.30: incontro con gli amministratori locali. Venerdi’ 13 gennaio 2006 Ore 7.30 – 9.00: giornata di ringraziamento. celebrazioni eucaristiche. Ore 10.30: concelebrazione eucaristica. Al termine della celebrazione partenza delle reliquie per Ischia. Ore 18.00: celebrazione eucaristica Ore 18.00: presso lo “Spaziotenda del fuoco”, in piazza Tito Schipa, inaugurazione della prima “Rassegna delle Cantine del Parco del Negroamaro”. Apertura, degustazione e vendita nei giorni dal 13 al 17 gennaio Ore 18.30: apertura del convegno promosso dall’Università di Lecce e della Basilicata dal titolo “Prometeo, ovvero il Fuoco tra mito, storia e costume popolare nel Mediterraneo” con la partecipazione di docenti ed esperti: Gino Pisanò, Eugenio Imbriani, Piero Fumarola, Federico Apa, Giuliano Capani e Gilberto Spagnolo (storico delle tradizioni locali). Dialoghi, video-proiezioni e presentazione del dvd “Il giorno del fuoco – La Focara di Novoli del 1979”. Sabato 14 gennaio 2006 Ore 7.30 – 9.00 – 16.00 – 18.00: celebrazioni eucaristiche nella parrocchia di Sant’Antonio Abate Ore 9.00: presso lo “Spaziotenda del fuoco”, in piazza Tito Schipa, continuazione del convegno “Prometeo, ovvero il Fuoco tra mito, storia e costume popolare nel Mediterraneo” Ore 16.00 –19.00: presso la Saletta della Cultura in via Matilde 7, conferenza: “La musica nel tarantismo” (dagli studi di Francesco Marco Attanasi) in collaborazione con l’associazione culturale “Francesco Marco Attanasi ONLUS” di Soleto. Dopo i saluti di Oscar Marzo Vetrugno, sindaco di Novoli, Maria Giovanna De Mitri, assessore al Marketing Territoriale di Novoli ed Elio Serra, sindaco di Soleto, interverranno alla conferenza Silvia Mandurino, soprano, direttrice dell’associazione di musica e teatro “Santa Cecilia” e presidente dell’associazione “Francesco Marco Attanasi ONLUS”, Maurizio Agamennone, etnomusicologo dell’Università di Firenze, Gino Di Mitri, storico della scienza. Parteciperà, con un contributo di ricerca, Francesco Spada, manager dei beni culturali. Coordinerà gli interventi Antonio Curto, architetto. Al termine del dibattito ci sarà un breve spazio musicale a cura dell’associazione Francesco Marco Attanasi ONLUS e del gruppo musicale “Sciacuddhuzzi”. Ore 19.00: in piazza Tito Schipa. Spettacolo del gruppo “MITAGO. Danzatori e Trampolisti Del Fuoco” Domenica 15 gennaio 2006 Ore 7.30 – 9.00 – 11.15 – 16.00 -18.00: messe nella Chiesa del Santo In mattinata, presso lo “Spaziotenda del fuoco” in piazza Tito Schipa, prosegue la prima “Rassegna delle Cantine del Parco del Negroamaro”, il primo evento del Parco del Negroamaro dedicato alla scoperta dei vini con un eccellente rapporto tra qualità e prezzo in compagnia di “Gastronauti e Teatranti”, che presenteranno “Dialoghi impossibili tra pensieri e sapori”, conversazioni brill…anti condotte in studio da Stefania Della Tommasa per Telerama con Giuseppe Vaccarini, autore del “Manuale del sommelier” (Giunti editore), Gigi Spedicato ed il “dantesco” Dario Cecchini. Ore 17.00: il centro danza “Il Sogno” di Bianca Milli presenta “RADICI” (mare..terra..fuecu..ientu), spettacolo di danza moderna e contemporanea. Intanto, degustazioni e vendita dei vini delle cantine. Lunedi’ 16 gennaio 2006 Ore 7.00 – 8.00 – 9.00 – 10.00– 11.00: celebrazioni di messe nella chiesa di Sant’Antonio Abate. Ore 10.00: alla presenza delle autorità religiose, civili e militari sarà issata sulla tradizionale focara un’artistica bandiera realizzata dalla ditta Falegnameria Salamac Giuseppe da Novoli, mentre la ditta Cosma Dario e Fratelli da Novoli accenderà una fragorosa salve a devozione del concittadino Giovanni Parlangeli. Subito dopo, l’amministrazione Comunale di Novoli ed il comitato Feste Patronali consegneranno un trofeo al concittadino Renato De Luca, esperto costruttore della focara. Ore 15.00: in piazza Sant’Antonio, sul sagrato della chiesa, si svolgerà il consueto rito della “Benedizione degli animali” Ore 16.00: solenne processione con il venerato simulacro del santo patrono per le principali vie cittadine, alla presenza delle autorità religiose, civili, militari, dei circoli e sodalizi novolesi. La processione del simulacro sarà accompagnata dal concerto bandistico “Città di Casarano” diretto da Tommaso Sabato a devozione dell’impresa Lavori Generali – Costruzioni Edifici ed Ingegneria Civile di Pasquale Pati da Novoli, mentre la Pirotecnica Cosma Dario e Fratelli da Novoli curerà il lancio di bombe a scala e a cannone a devozione del Bar Sport di Novoli. Al termine del corteo religioso, sul sagrato della chiesa, si svolgerà la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco Giuseppe Spedicato. Ore 19.00: in piazza Tito Schipa “La notte della focara”, con spettacoli e concerti fino all’alba. Danza intorno alla focara, a cura della compagnia Teatro Danza SKENE` di Lecce Ore 19.30: alla presenza delle autorità religiose, civili, militari e di personaggi del mondo dello spettacolo e del tedoforo novolese Giovanni Riccardi (partecipante alla viaggio nazionale della fiamma olimpica delle Olimpiadi Invernali) con la Fiaccola Olimpica di Torino 2006 sarà accesa la tradizionale focara con una batteria-fiaccolata in memoria di Oronzo Forino Potì, preceduta da un carosello di palloni aerostatici a cura della ditta Fratelli Donadei Raffaele da Parabita. Subito dopo la ditta Cosma Dario e Fratelli da Novoli accenderà un grandioso fuoco pirotecnico. Ore 22.30 circa: intorno alla “Focara” esibizione gruppi musicali: Roy Paci & Aretuska, Franziska e Smoq Ore 22.30: nello “Spaziotenda del fuoco”, spettacolo con ripetizioni per gruppi di spettatori “Il Pasto della Tarantola” dei Cantieri Teatrali Koreja. Martedi` 17 gennaio 2006 Ore 7.00: il suono solenne delle campane e una fragorosa salve a devozione del circolo Unione di Novoli annunceranno il giorno della festa. Ore 7.00 – 8.00 – 9.00 – 12.00 – 17.00 – 18.00: celebrazioni di messe nella chiesa di Sant’Antonio Abate. Ore 10.00: sul sagrato della chiesa di Sant’Antonio Abate, solenne concelebrazione eucaristica presieduta da Cosmo Francesco Ruppi, arcivescovo di Lecce. In mattinata lungo le vie che collegano la chiesa alla piazza Tito Schipa, luogo della focara che brucia ancora dopo la notte, shopping tra bancarelle e degustazioni. Ore 21.00: in piazza Tito Schipa, il gruppo “L’arte Noscia” di Torre Paduli eseguirà la “Danza delle spade” e “La Tarantata” (in collaborazione con il Comune di Lecce) Mercoledì 18 gennaio 2006 ore 7.00 – 8.00 – 9.00 – 10.00 – 11.00: celebrazioni di messe nella parrocchia di Sant’Antonio Abate. Ore 18.00: celebrazione eucaristica di ringraziamento presieduta dal parroco Giuseppe Spedicato, con la partecipazione delle autorità religiose, civili e militari e dei partners del protocollo d’intesa. Ore19.00: in piazza Sant’Antonio, al termine della messa, la ditta Cosma Dario e Fratelli da Novoli, accenderà una artistica bengalata a devozione di un concittadino novolese, accompagnata da un carosello di palloni aerostatici a cura della ditta Fratelli Donadei Raffaele da Parabita.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!