#tellmeaboutpuglia: dite 'cheese'

//LA STORIA DELLA DOMENICA. promuovere il territorio, la sua cultura ed il suo patrimonio enogastronomico. Ci pensano gli Istagramers Puglia e Bari. Come? Con la fotografia

di Valentina Isernia Una buona dose di rullini, la speranza di vedere foto ben riuscite e… qualche cartolina del luogo visitato, spedita a pochi ed eletti fortunati. Una volta i viaggi si concludevano così, con l'album di famiglia più pesante da far sfogliare agli ospiti durante le feste. Ma non oggi, l'era dei social, l'era di Instagram. Cos'è Instagram? Probabilmente l'equivalente di una sconfinata libreria di album fotografici tutti da scoprire, condividere e apprezzare, con i suoi ormai celebri filtri fotografici che, diciamolo, hanno cambiato il modo di intendere la fotografia – anche quella professionale – dando vita alla “mobile photography”. A costo e impatto zero. Non c'è voluto molto prima che gli appassionati di click fotografici capissero il valore e le potenzialità di questo social: sono nati così gli “Instagramers”, gruppo internazionale sorto in Spagna nel 2011 che ha messo radici anche in Italia, dove oggi conta, su Instagram, oltre 2 milioni di foto taggate #igersitalia e oltre 80.000 followers. Ovviamente, non poteva mancare un gruppo interamente dedicato alla Puglia: Intagramers Puglia e Instagramers Bari nascono con l’obiettivo di promuovere il territorio, gli eventi, le tradizioni, la cultura ed il patrimonio enogastronomico pugliese attraverso la condivisione di scatti fotografici. Tre anni di attività all'insegna di incontri, passeggiate fotografiche, Invasioni Digitali a favore della promozione dell’arte, mostre-concorso e… “Instameet” del Mediterraneo: “L’idea nasce dalla voglia di raccontare il territorio in cui siamo nati e cresciuti, la Puglia, dalla voglia di farlo scoprire non solo agli italiani, ma al mondo intero attraverso la mobile photography” spiegano Anna, Sara, Marco del Team Igers Puglia “Quale mezzo migliore se non Instagram, il social network più in voga negli ultimi anni con il maggior numero di interazioni?”. Uno degli Instameet più belli, #TellMeAboutPuglia, è avvenuto pochi giorni fa, in occasione della Settimana Ortodossa dedicata a San Nicola e in parallelo al VIII Festival dell’Arte Russa a Bari del CESVIR – Centro Economia e Sviluppo Italo-russo: “Abbiamo invitato cinque noti instagramers provenienti da Russia e Turchia e abbiamo fatto visitare loro alcuni dei luoghi di maggiore interesse storico-artistico e paesaggistico della Puglia”. “Grazie al supporto dell’Agenzia del Turismo della Regione Puglia PugliaPromozione, il progetto TellMeAboutPuglia nasce proprio dalla voglia di far vivere la nostra terra attraverso gli occhi degli instagramers, appassionati di fotografia mobile e social network e si inserisce nel progetto fotografico più ampio “Bari 100×100” di Roberto Sibilano”. La mission del progetto? Grazie alla potenza di comunicazione delle immagini e grazie al potenziale di Instagram, “comunicare la bellezza della nostra terra di origine, le sue tradizioni e di far vivere a chi segue noi ed i partecipanti al tour le bellezze storico-artistiche e culturali della Puglia”. Una mission in sé semplice, ma probabilmente proprio per questo efficace e diretta: attraverso le immagini scattate e condivise istantaneamente dagli ospiti sui principali social network la Puglia è stata vista e vissuta da oltre 1 milione di persone; interazioni, like e commenti creano interesse per il territorio, in un'eco mediatica che si propaga da persona a persona, da paese a paese, da social a social, oltre i confini nazionali. La risposta del web ha superato le aspettative: “L’hashtag #TellMeAboutPuglia su Instagram ha raccolto oltre 500 foto in 5 giorni con oltre 350.000 “Mi Piace” e sei foto scattate durante questa esperienza sono entrate nella sezione Popular di Instagram avendo così una visibilità mondiale esponenzialmente più alta”. Domenica 18 maggio, inoltre, si è tenuto a Bari il #WWIM9 (WorldWide Instameet 9), e come da chiamata di “mamma Instagram” la community di Instagramers Bari si è riunita, come fatto da tutte le community mondiali, per condividere insieme la passione per questo strumento innovativo. “In tale occasione la nostra community è stata menzionata insieme ad altre 9 community nel mondo sul blog di Instagram.

“Quest’ultimo è un vero riconoscimento da parte di Instagram che dà valore alla community barese ed alla passione che unisce tutti i partecipanti ai nostri instameet”. Bando ai rullini, si accendano gli smartphone!

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Valentina Isernia

Giornalista pubblicista, laurea in Industria Culturale e Comunicazione Digitale presso l’Università la Sapienza di Roma con specializzazione in Social Media. Analista di contenuti televisivi e di misurazione audience in real time. Social Media Manager, Social Engager, Community Manager, Storyteller

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!