Leo Shoes, assunti i primi 20 operai

Lecce. L’azienda calzaturiera ha anticipato i tempi per le assunzioni degli esuberi del gruppo Filanto, già assunti i primi 20

Lecce. Assunte circa 20 unità provenienti dalle aziende del cluster Filanto. Ad assumerli Leo Shoes. La notizia è stata resa nota in attuazione del piano industriale presentato presso il Mise (Ministero dello Sviluppo Economico) lo scorso 2 settembre e oggetto di un successivo accordo in data 16 ottobre con le organizzazioni sindacali e le istituzioni tutte per la gestione degli esuberi. L’azienda Leo Shoes srl, anticipando i tempi previsti dal medesimo piano, assumerà lavoratori, avviando una nuova manovra di montaggio di calzature. La Leo Shoes srl, azienda nata nel 2011 da uno spin off del Gruppo Filanto, ha portato il proprio a circa 140 dipendenti. “Si tratta di un risultato importante, che fa finalmente pensare ad una possibile e concreta inversione di tendenza per un settore strategico per l’economia del nostro territorio – commenta il presidente di Confindustria Lecce, Piernicola Leone de Castris – la scelta dell’azienda di collocarsi sul segmento del lusso del mercato calzaturiero si è dimostrata vincente. Questo esempio può essere da volano per tutto il sistema moda salentino che annovera tra le proprie fila imprese di grande qualità con professionalità eccellenti. Tali aziende, riposizionandosi su segmenti di fascia alta, potranno certamente superare la sfida della competitività e tornare ad essere protagoniste indiscusse a livello globale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!